Di Maio tra negazione della sconfitta e frecciatine a Di Battista

Di Maio tra negazione della sconfitta e frecciatine a Di Battista

25 Marzo 2019 11.30
Like me!

In Basilicata ha vinto il centrodestra, ma a sentire il capo politico del Movimento 5 stelle Luigi Di Maio non parrebbe: «Siamo la prima forza politica. Gran parte della stampa parla di "voti dimezzati in un anno" e di "crollo", ma la verità è che abbiamo battuto tutte le liste, anche quelle con gli impresentabili dentro. Ed è un risultato che conserviamo con grande senso di responsabilità verso il Paese, senza esultanze da stadio. Noi abbiamo un simbolo, una lista. E andiamo avanti così!». Il commento del ministro del Lavoro è stato affidato a un post su Facebook.

«SIAMO PASSATI DALL'8% DEL 2013 AL 20% DI OGGI»

Di Maio ha proseguito: «Considerando il vero tracollo di Partito democratico che perde 16 punti rispetto al 2013 e Forza Italia, se andassimo al voto alle elezioni politiche domani potremmo anche rivincere in quella regione, visto che non esisterebbero le miriadi di liste civetta che hanno assorbito centinaia di voti soprattutto nei Comuni di provincia. I giornali sono liberi di scrivere ciò che credono; quel che conta è che il Movimento, oggi, è più forte di prima in Basilicata: passa dall'8% delle Regionali 2013 a oltre il 20% di oggi. E questa non è la nostra storia, è la realtà!».

«ORA DARE DI PIÙ, NON CI SONO VIAGGI DA FARE»

Però c'è anche spazio per un'analisi quantomeno su come ripartire: «Questo è il momento di non mollare, questo è il momento di dare ancora di più. Non ci sono viaggi da fare…», ha detto Di Maio nel video su Facebook con un invito netto alla compattezza e ad andare avanti. E, nel passaggio in cui cita i viaggi, sembra rivolgersi ad Alessandro Di Battista. L'ex parlamentare, in silenzio dalla metà di febbraio, aveva infatti anticipato che, all'inizio dell'estate, sarebbe volato in India per un nuovo lungo viaggio sulla scia di quello in Sudamerica.

«IL GOVERNO NON CADRÀ»

Infine rassicurazioni sulla tenuta del governo gialloverde: «Qua si sta cercando di utilizzare qualsiasi risultato elettorale, anche quello del più piccolo Comune d'Italia, per dire che deve cadere il governo. Ma questa è la speranza del sistema, e non accadrà».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *