Cattura e uccisione di orsi e lupi legittime a Trento e Bolzano

Le leggi in materia, varate dalle due province autonome, per la Corte costituzionale rientrano nelle competenze previste dai rispettivi statuti speciali. Il sì è condizionato al parere preventivo dell'Ispra.

16 Luglio 2019 14.03
Like me!

Sono legittime le leggi di Trento e Bolzano sulla cattura ed eventuale uccisione di orsi e lupi. Il verdetto è della Corte costituzionale, che ha esaminato i due ricorsi della presidenza del Consiglio nei confronti delle norme varate dalle province autonome. La sentenza non è stata ancora depositata, ma la Consulta ha ritenuto non fondata la questione di legittimità costituzionale, giudicando che «la disciplina provinciale contestata rientri nell’ambito delle competenze legislative statutariamente affidate alle due province autonome».

Via libera, quindi, alle leggi provinciali di Trento (n. 9/2018) e Bolzano (n. 11/2018) che autorizzano il presidente della provincia ad adottare provvedimenti riguardanti il prelievo, la cattura e l’eventuale uccisione di orsi e lupi, quando ricorrano le condizioni previste dalla normativa di derivazione europea in materia di conservazione degli habitat naturali. Questo potere è diretto a prevenire danni gravi alle colture, all’allevamento e a garantire la sicurezza pubblica, quando non esista altra soluzione valida, ed è subordinato al parere preventivo dell’Ispra.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *