Maltempo, allerta arancione in cinque Regioni

Redazione
05/11/2023

È stata diramata su buona parte dell’Emilia-Romagna, sull’Alta Toscana e su alcuni settori di Friuli Venezia-Giulia, Veneto e Liguria. Ancora danni e disagi causati da pioggia, mareggiate e raffiche di vento.

Maltempo, allerta arancione in cinque Regioni

Il maltempo non molla l’Italia. Per la giornata del 5 novembre è stata infatti valutata allerta arancione su buona parte dell’Emilia-Romagna, sull’Alta Toscana e su alcuni settori di Friuli Venezia-Giulia, Veneto e Liguria. Allerta gialla sulla Provincia Autonoma di Bolzano, su Umbria, Marche, Lazio, Campania e su alcuni settori di Lombardia, Veneto, Friuli Venezia-Giulia, Liguria, Emilia-Romagna, Toscana, Abruzzo, Molise, Basilicata e Calabria. Le precipitazioni saranno accompagnate da forti raffiche di vento.

In Toscana esonda ancora il torrente Stella

Nel corso della notte c’è stata una nuova rottura del torrente Stella a Quarrata, comune del Pistoiese tra quelli colpiti dalle esondazioni del 2 novembre. Le piogge «hanno fatto alzare i livelli dei bacini con terreni già saturi», ha spiegato sui social il governatore Eugenio Giani. Per i timori legati alla nuova allerta arancione per il maltempo in Toscana, nella serata del 4 novembre erano state disposte evacuazioni preventive di 1.200 persone a Montemurlo, Montale e Prato, in corrispondenza delle rotture dei torrenti Agna e Bagnolo.

Maltempo, allerta arancione in cinque Regioni. Le precipitazioni saranno accompagnate da forti raffiche di vento.
Intervento dei militari in Toscana (Ansa).

A Milano crolla un albero in centro, disagi in Liguria

A causa della pioggia torrenziale, nella notte a Milano un albero si è sradicato ed è crollato su un pullman di turisti polacchi posteggiato in via Manin. Fortunatamente nessuno era a bordo. Disagi poi in Liguria, dove le forti piogge e il vento hanno provocato frane, allagamenti e cadute di alberi. A Chiavari e Rapallo sono stati fatti decine di interventi per la furia del vento che ha raggiunto sulle alture i 150 km orari e per allagamenti determinati dalla concomitanza della mareggiata e della piena dei torrenti. Sorvegliato speciale il fiume Entella, che poco dopo la mezzanotte ha raggiunto il picco della piena esondando alla foce. Il vento ha scoperchiato una casa a Chiavari e fatto crollare decine di alberi in comune di Borzonasca e di Carasco. Allagamenti si sono registrati anche a Recco e Rapallo.

Maltempo, allerta arancione in cinque Regioni. Le precipitazioni saranno accompagnate da forti raffiche di vento.
Mare grosso nel golfo di Napoli (Ansa).

Vento forte sulle Marche, decine di interventi dei vigili del fuoco

Vento forte con raffiche anche fino a 90 km orari, sulle Marche, in particolare nelle zone dell’entroterra. Sono decine gli interventi dei vigili del fuoco per piante, rami e alberi caduti a terra, mentre ha creato meno problemi la pioggia caduta a tratti, in linea con l’allerta meteo diramata ieri dalla Protezione civile regionale. La situazione più critica nella zona del cratere sismico maceratese, a Camerino, Visso, Fiastra, nelle strade extraurbane, ma anche nel centro storico di Camerino per tegole e pezzi di cornicione caduti.

Tromba d’aria a Fregene, alberi caduti e danni

Una tromba d’aria, poco prima delle 8, ha causato danni e la caduta di tre grossi pini a Fregene, sul litorale a nord di Roma. Uno degli alberi è caduto su via Castellammare, la via principale della località balneare nel Comune di Fiumicino, e un tratto è stato interrotto. Nell’isolato circostante gli altri due alberi, uno dei quali caduto dentro il giardino di un’abitazione, hanno causato danni a recinzioni e siepi. Il vento ha divelto anche la tettoia di un garage e danneggiato il tetto di una casa. Si stanno compiendo altre verifiche. Altri alberi sono caduti nella zona.

Frana sulla Cassino-Sora, superstrada interrotta

Tragedia sfiorata sulla superstrada Cassino-Sora interessata da una frana che ha interessato la sede stradale costringendo le auto a fare lo tra i massi. A determinare il loro distacco dalla montagna è stata la forza delle piogge che si sono abbattute sulla zona nelle ore scorse. La superstrada è stata chiusa all’altezza del km 31, nel territorio del Comune di Sant’Elia Fiumerapido. Uno dei due grandi massi caduti ha danneggiato l’asfalto ed ha finito la propria corsa sul guard rail, fortunatamente senza colpire le auto in transito.

In Campania disagi nei collegamenti per Ischia e Procida

Il forte vento di libeccio, con punte anche di 40 nodi, sta provocando grandi difficoltà nei collegamenti marittimi nel golfo di Napoli. Disagi in particolare sulle linee per Ischia e Procida, con numerose corse cancellate per il maltempo. Sospese tutte le linee dei mezzi veloci, sia dal Molo Beverello che da Pozzuoli. A causa del mare agitato sono stati cancellati anche numerosi collegamenti effettuati dalle navi, che restano ai porti con gli ormeggi rinforzati. La regolarità dei servizi di collegamento resta incerta per il resto della giornata.