Maltempo, allerta gialla in nove regioni: chiuse scuole, parchi e strade

Redazione
28/11/2023

Il bollettino riguarda Toscana, Umbria, Lazio, Abruzzo e Molise, Campania, Basilicata, Calabria e Sicilia, dove si prevedono venti forti, piogge intense e mareggiate.

Maltempo, allerta gialla in nove regioni: chiuse scuole, parchi e strade

La Protezione Civile ha diramato un bollettino di allerta gialla riguardante il centro sud Italia, che interessa in particolare nove regioni: Toscana, Umbria, Lazio, Abruzzo e Molise, Campania, Basilicata, Calabria e Sicilia. La nuova perturbazione di origine atlantica porterà in questi primi giorni della settimana tanta pioggia, ma anche venti forti, neve e mareggiate sulle coste, spingendo alcune località a chiudere le scuole, parchi e cimiteri.

Scuole chiuse all’isola d’Elba e a Cecina

Scuole chiuse martedì 28 novembre in cinque comuni su sette dell’Isola d’Elba a causa dell’allerta meteo di colore arancione per vento forte e mareggiate. I comuni interessati dal provvedimento sono quelli di Portoferraio, Porto Azzurro, Capoliveri, Marciana Marina e Marciana. Scuole aperte, invece, a Campo nell’Elba e Rio. Scuole chiuse anche a Cecina, in Toscana, dove è stata anche disposta la chiusura dei parchi pubblici all’aperto e il divieto di svolgere attività sportive all’aperto e all’interno di tensostrutture. Annullato anche il mercato settimanale di Cecina centro.

I parchi e le strade chiuse a Roma e Napoli

A Napoli e Benevento parchi cittadini e cimiteri chiusi. Dopo la terribile giornata di sabato con centinaia di alberi caduti e la morte di un’anziana a Monteverde, il sindaco di Roma, Roberto Gualtieri ha firmato un’ordinanza con la quale dispone la chiusura dei cimiteri fino a mezzanotte di 28 novembre, il divieto di attività ludiche nei parchi e ordinato la chiusura di cinque strade. Si tratta di via di Castelfusano, via dei Pescatori e via della Villa di Plinio nel X Municipio, via Federico Ozanam nel Municipio XII e via di Santa Cornelia nel XV. Si prevedono sul Lazio venti da forti a burrasca dai quadranti occidentali su tutta la regione, con rinforzi fino a burrasca forte sui rilievi e sui settori costieri. Previste forti mareggiate lungo le coste esposte.