Maltempo, danni e disagi in diverse regioni

Redazione
31/10/2023

L'acqua alta a Venezia ha toccato una massima di un metro e 54 centimetri, la città risparmiata grazie al Mose. Esondato il Seveso a Milano, e il Lago di Como, mentre si registrano danni in Toscana, dove una tromba d'aria si è abbattuta sulla Versilia. Chiusa l'Autobrennero per una frana.

Maltempo, danni e disagi in diverse regioni

Il maltempo si abbatte sull’Italia, interessando diverse zone. Nella notte tra il 30 e il 31 ottobre, Milano è stata colpita da un nubifragio che ha portato all’esondazione del Seveso, mentre a Venezia il Mose ha protetto la città da un’acqua alta eccezionale di 154 centimetri. Esondato anche il Lago di Como. Tetti scoperchiati in Versilia a causa di una tromba d’aria, con allagamenti e alberi caduti anche in altre aree della Toscana. L’autobrennero è invece chiusa al valico per una frana in Austria.

LEGGI ANCHE: Maltempo in Friuli Venezia-Giulia, alta marea sulla costa e piogge forti nell’interno

Allerta rossa in Veneto e arancione in cinque regioni

La Protezione civile, per la giornata di martedì 31 ottobre, ha emesso un bollettino con allerta rossa per rischio idrogeologico in alcune zone del Veneto: Alto Piave, Alto Brenta-Bacchiglione-Alpone, Piave pedemontano. Allerta arancione per rischio idrogeologico su altre zone del Veneto, parte di Emilia-Romagna, Friuli Venezia Giulia, Liguria, Lombardia e Trentino Alto Adige. Per rischio idraulico, allerta arancione su ulteriori zone dell’Emilia-Romagna, del Friuli Venezia Giulia, del Trentino Alto Adige, del Veneto. Allerta gialla per rischio temporali anche su Abruzzo, Campania, Lazio, Molise, Toscana, Umbria, Emilia-Romagna, Liguria, Lombardia, e sempre gialla ma per rischio idrogeologico su Abruzzo, Molise e Toscana.

Acqua alta a Venezia, scatta il Mose

Alle 23.05 di lunedì 30 ottobre, l’acqua alta a Venezia ha toccato una massima di un metro e 54 centimetri, misurati alla diga sud del Lido. Sarebbe stato un impatto tremendo senza l’alzata delle paratie del sistema idraulico del Mose che ha tenuto fuori della laguna l’onda di marea, mantenendo nel bacino interno un livello di 75 centimetri. Un fenomeno tuttavia che ha superato anche le previsioni del centro maree, causato dall’aumento del vento di scirocco.

Disagi in Toscana

In Versilia, una tromba d’aria ha scoperchiato alcuni tetti e provocato diversi danni, abbattendosi su Viareggio, Lido di Camaiore e Torre del lago, con raffiche oltre i 100km/h. I danni più ingenti si sono registrati a Torre del lago dove a una ventina di case è stato scoperchiato il tetto, alcuni alberi sono stati abbattuti e diverse vetrine di attività commerciali sono state danneggiate.

Chiusa l’Autobrennero

A causa di una frana registrata nella notte, l’autostrada del Brennero è stata chiusa in direzione nord al confine di Stato. Nella serata di lunedì, chiusa la strada che porta al piccolo villaggio di Solda, ai piedi dell’Ortles nell’Alto Adige orientale, per uno smottamento causato delle forti piogge. A seguito di una intensa nevicata è stata chiusa anche la strada statale che porta al passo Stelvio. Nel Trentino la situazione più critica è nella zona di Arco e del Garda. Un forte temporale si è abbattuto su Bolzano: diverse le chiamate ai vigili del fuoco per cantine e garage allagati. In località Tempesta evacuate tre case per una frana caduta sulla strada statale 249 della Gardesana orientale mentre un’altra frana si è riversata anche in Valle Anzasca, provincia del Verbano Cusio Ossola, nel comune di Bannio Anzino. Linea ferroviaria chiusa fra Pergine e Villazzano.