Maltempo in Liguria, allagamenti e nubifragi: chiuso un tratto della A12

Diramata l'allerta arancione dalla Protezione civile che, con il passare delle ore, circoscrive l'emergenza a determinare aree della Regione. Nel Levante venti di burrasca con raffiche registrate fino a 97 km/h.

Maltempo in Liguria, allagamenti e nubifragi: chiuso un tratto della A12

Una forte ondata di maltempo ha investito la Liguria, dove la pioggia ha provocato allagamenti a Recco, Camogli e Torriglia. L’acqua ha raggiunto l’altezza delle portiere degli automobilisti e ha portato alla chiusura temporanea sulla A12 del tratto tra Recco e Rapallo in direzione di Livorno. La Protezione civile aveva diramato l’allerta arancione alla luce della perturbazione atlantica che sta transitando sulla Regione, anche se per fortuna al momento non si registrerebbero ingenti danni.

La burrasca nel Levante

Nella notte tra lunedì 23 e martedì 24 ottobre sono caduti ben 108 millimetri di pioggia in un’ora nella zona di Camogli, in provincia di Genova. Scenario simile anche nel Levante, dove a farla da padroni sono stati i venti di burrasca, con raffiche registrate fino a 97 km/h. A Fontana Fresca (Sori), invece, il vento ha soffiato con picchi di 109 km/h. Situazione complicata anche nella zona tra Lavagna e Chiavari dove una tromba d’aria ha divelto un palo della luce e provocato danni ad alcuni tetti, così come nelle aree attraversate dal torrente Recco arrivato alla soglia d’allerta.

La Liguria è alle prese con la perturbazione atlantica e il maltempo provoca allagamenti e nubrifragi. Non ci sarebbero ingenti danni.
Strade della città allagate (Imagoeconomica).

Non ci sarebbero gravi danni

Malgrado le condizioni meteo estremamente avverse, in Liguria non si sarebbero registrati ingenti danni. Ad affermarlo sono stati il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti insieme all’assessore alla Protezione Civile Giacomo Giampedrone: «Abbiamo superato questa prima fase di maltempo che si è abbattuto nella notte sulla Liguria senza particolari danni, ma registrando una quantità di pioggia molto elevata che ha portato ad allagamenti soprattutto tra Recco, Rapallo e Chiavari». Attenzione alta anche alle prossime ore, con le forti perturbazioni che dovrebbero permanere solo su alcuni territori della Regione. «In questo momento il fronte principale si trova sul Ponente», ha aggiunto l’assessore Giampedrone, «mentre si è chiusa l’allerta arancione su Genova, che permane invece nel Centro Levante della regione, con nuove valutazioni in corso da parte dei previsori per un’indicazione puntuale del proseguo della giornata».

 

Come si muove la perturbazione atlantica

La perturbazione atlantica, stando a quanto riferito dal Centro meteo italiano, nelle prossime ore si sposterà anche sulle regioni centrali, «segnatamente i versanti tirrenici, e poi entro mercoledì anche al Sud». Previsto anche un drastico calo delle temperature che, tuttavia, rimarranno nelle medie del periodo.