Marchionne scarica Renzi: «Non capisco cosa gli è successo»

16 Gennaio 2018 13.54
Like me!

Matteo Renzi «mi è sempre piaciuto come persona». Ma «quello che gli è successo non lo capisco, quel Renzi che appoggiavo non l'ho visto da un po' di tempo». A dirlo non è un passante, ma l'amministratore delegato di Fca, Sergio Marchionne. E non è la prima volta (leggi anche: Renzi-Marchionne, la fine di un'intesa).

LA PRIMA BORDATA DI LAPO. Già a novembre, ospite di Otto e mezzo su La7, Lapo Elkann, fratello di John, presidente di Exor e Fca, aveva sparato a zero contro l'ex premier: «Si piace troppo, e questo è pericoloso per lui e per noi. È più provinciale di quanto sembra. Renzi non è un Macron, molto più preparato di lui: è un Micron. Meno personalismo e meno egocentrismo; meno voler parlare di tutto e di niente».

MARCHIONNE CONTRO L'EX PREMIER. E pochi giorni dopo, all'inizio di dicembre, in occasione della presentazione del team Alfa Romeo-Sauber in Formula 1, Marchionne ci aveva messo il carico: «Renzi ha perso qualcosa da quando non è più premier, ma questo è normale. Se si sia comportato bene o meno, non saprei nemmeno dirlo. So che la sinistra sta cercando di definirsi come identità, è piuttosto penoso. Spero che si ritrovino. Vorrei qualcuno che gestisca il Paese e una tranquillità economica nel contesto in cui operiamo, sono cose essenziali». Il 16 gennaio l'ad di Fca ha ripetuto lo stesso concetto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *