Marina Berlusconi candidata al titolo di Cavaliera del lavoro

Redazione
22/01/2024

Amici e sostenitori hanno presentato la richiesta in prefettura, ma la decisione finale dopo il vaglio del ministero del Made in Italy spetta al presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Marina Berlusconi candidata al titolo di Cavaliera del lavoro

Marina Berlusconi potrebbe essere insignita del titolo di Cavaliera del Lavoro, proprio come suo padre. Come riporta da Il Messaggero infatti in prefettura è stata presentata da amici e sostenitori della manager la pratica per avviare l’iter. La primogenita del Cav, tra l’altro, gli fu vicina quando dopo la condanna del 2013 l’ex premier perse il titolo per poi riacquisirlo dopo la riabilitazione.

L’ultima parola spetta al presidente della Repubblica

Dopo il vaglio delle candidature da parte del ministero delle Imprese e del Made in Italy, l’ultima parola spetta al presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Il capo dello Stato ogni anno in occasione del 2 giugno nomina 25 nuovi Cavalieri del lavoro. I requisiti richiesti per ambire all’onoreficenza sono una specchiata condotta civile, aver lavorato per almeno 20 anni nel settore e aver adempiuto gli obblighi previdenziali dei propri lavoratori, oltre a non aver svolto all’estero attività commerciali ed economiche.  «Già da quando aveva 20 anni era la prima ad arrivare alle riunioni», dicono di lei gli amici che la sostengono. Franco Tatò e Bruno Ermolli sono stati i suoi maestri. Oltre all’amato padre Silvio.