I funerali di Mario Cerciello Rega

Affollatissima la chiesa di Santa Maria del Pozzo, a Somma Vesuviana, per le esequie del carabiniere ucciso a Roma. Salvini accolto dagli applausi. Il generale Nistri sulla foto dell'americano bendato: «Oggi niente dibattiti, evitiamo la dodicesima coltellata».

29 Luglio 2019 12.11
Like me!

Più di mille persone si sono riunite fuori dalla chiesa di Santa Maria del Pozzo, a Somma Vesuviana, per i funerali del vice brigadiere dei carabinieri Mario Cerciello Rega, ucciso a Roma da un 19enne americano. Uomini delle forze dell’ordine, gente comune, parenti e amici. Ma anche chi non conosceva affatto il carabiniere ed è arrivato da Napoli per rendergli l’ultimo saluto. La cerimonia, officiata dall’Ordinario militare monsignor Santo Marcianò, è stata trasmessa in diretta su Rai1.

LEGGI ANCHE: Carabiniere ucciso, le accuse nell’ordinanza del gip

IL PRETE: «BASTA PIANGERE SERVITORI DELLO STATO»

Durante l’orazione, monsignor Marcianò ha lanciato un appello: «Quanto accaduto è ingiusto e ci spinge a levare un grido che si unisce alle tante e diverse voci che in questi giorni hanno formato un unico coro, testimoniando la straordinarietà dell’uomo e del carabiniere Mario, ma anche chiedendo giustizia e che eventi come questo non accadano più. Basta! Basta piangere servitori dello Stato, figli di una nazione che sembra aver smarrito quei valori per i quali essi arrivano a immolare la vita. Fate anche voi, responsabili della cosa pubblica, della vita degli altri il senso della vostra vita. E se tutti sapremo meglio imparare, da uomini come Mario, il senso dello Stato e del bene comune, l’Italia risorgerà».

NISTRI: «EVITIAMO A MARIO LA DODICESIMA COLTELLATA»

Poi ha parlato anche il comandante dell’Arma dei carabinieri, il generale Giovanni Nistri, che ha cercato di placare le polemiche per la fotografia che ritrae uno dei ragazzi americani fermati per l’omicidio di Mario con le mani legate e una benda sugli occhi: «Giusti i dibattiti ma oggi teniamoli fuori, evitiamo la dodicesima coltellata a Mario, carabiniere morto per tutelare i diritti di tutti, anche di una persona arrestata. Insieme con lui chiediamo rispetto per tutti gli altri carabinieri che fanno il suo stesso lavoro».

IL TESTO LETTO DALLA VEDOVA

Rosa Maria Esilio, la vedova del carabiniere, al termine del funerale del marito ha letto un testo che da anni circola anche su Facebook, nei gruppi delle mogli e delle fidanzate dei militari.

A mia moglie Un giorno il buon Dio stava creando un modello di donna da destinare a moglie di carabiniere. Era al lavoro…

Posted by Donne dei Carabinieri on Saturday, March 21, 2015

SULLA BARA LA MAGLIETTA DI INSIGNE

La chiesa dove si è svolta la cerimonia, gremita di persone, è la stessa dove Mario si era sposato poco più di un mese fa. Il feretro, avvolto dalla bandiera tricolore, è stato accolto dagli applausi. Sulla bara sono stati deposti mazzi di fiori, foto del matrimonio, un berretto da carabiniere e la sua maglietta di Insigne, attaccante del Napoli di cui era tifoso.

APPLAUSI PER SALVINI

Molte le autorità che hanno preso parte alle esequie: i vice premier Luigi Di Maio e Matteo Salvini, il presidente della Camera Roberto Fico e la sindaca di Roma Virginia Raggi, la ministra della Difesa Elisabetta Trenta e il ministro dell’Ambiente Sergio Costa, la vicepresidente della Camera Mara Carfagna e il vice presidente del Senato Ignazio La Russa. Salvini è stato applaudito e alcune donne si sono rivolte a lui: «Proteggete i nostri ragazzi». Il leader della Lega si è limitato a stringere qualche mano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *