Addio a Mario Zagallo, leggenda del calcio brasiliano

Redazione
06/01/2024

Fu il primo a vincere la Coppa del Mondo sia da calciatore che da allenatore: solo Franz Beckenbauer e Didier Deschamps sono poi riusciti a eguagliarlo con Germania e Francia. Aveva 92 anni.

Addio a Mario Zagallo, leggenda del calcio brasiliano

È scomparso a 92 anni Mario Zagallo, leggenda del calcio brasiliano: fu il primo a vincere i Mondiali sia da calciatore (due volte) che da allenatore (una). Nel suo palmares anche una Coppa del Mondo alzata da direttore tecnico, una Copa América e una Confederations Cup.

Addio a Mario Zagallo, leggenda del calcio brasiliano. Fu il primo a vincere la Coppa del Mondo sia da calciatore che da allenatore.
Il Brasile che vinse i Mondiali del 1958: Zagallo è il quarto da sinistra, tra Pelé e Garrincha (Getty Images).

Da calciatore vestì per 33 volte la maglia del Brasile, vincendo i Mondiali 1958 e 1962

Nato nel 1931 a Maceió in una famiglia di origini libanesi, Zagallo iniziò la carriera come mezzala sinistra per poi spostarsi nel ruolo di ala. Soprannominato formiguinha (‘”formichina”) a causa del fisico esile, trascorse l’intera carriera da calciatore a Rio de Janeiro: dopo gli esordi nel piccolo America Football Club, passò al Flamengo, con cui raggiunse la popolarità nazionale, e poi al Botafogo. Cinque i campionati carioca vinti da calciatore. Vestì per 33 volte la maglia del Brasile (22 le reti), con cui si laureò campione del mondo nel 1958 e nel 1962.

Da ct guidò la Seleçao alla vittoria nel 1970 ed era in panchina come vice anche a Usa 94

Zagallo iniziò ad allenare nel 1967, sedendosi sulla panchina del Botafogo, club dove aveva chiuso la carriera da calciatore. Nell’arco di quattro decenni, spesi quasi sempre in patria a parte fugaci esperienze nella penisola araba, fu cinque volte ct del Brasile (una ad interim), una della Nazionale Olimpica del Brasile e due volte direttore tecnico della Seleção. C’era lui in panchina nella finale mondiale persa dall’Italia nel 1970 contro il Brasile di Pelé e, sempre a proposito di azzurri, Zagallo vinse la coppa anche nel 1994 come vice di Carlos Alberto Perreira. Fu nuovamente allenatore della Nazionale nel 1998, quando il Brasile perse in finale 3-0 contro la Francia, capitanata da Didier Deschamps. Uno dei due big del calcio che, insieme con Franz Beckenbauer, è riuscito a eguagliare Zagallo nell’impresa di vincere la Coppa del Mondo sia da calciatore che da ct.

Addio a Mario Zagallo, leggenda del calcio brasiliano. Fu il primo a vincere la Coppa del Mondo sia da calciatore che da allenatore.
Franz Beckenbauer, Didier Deschamps e Mario Zagallo (Getty Images).