Maroni: «A Roma poteva scapparci il morto».

Redazione
15/12/2010

«E’ andata bene, poteva esserci il morto». Così il ministro dell’Interno, Roberto Maroni, ha commentato gli scontri di Roma in...

«E’ andata bene, poteva esserci il morto». Così il ministro dell’Interno, Roberto Maroni, ha commentato gli scontri di Roma in un’intervista al Corriere della Sera.
Il ministro leghista ha smentito che i manifestanti siano stati lasciati liberi, come dimostra il fatto che «non ci sono state né vittime, né feriti gravi come invece questi criminali avrebbero voluto». E ancora: «A chi mi critica chiedo: in alternativa dovevamo usare i carri armati?».
Per il responsabile dell’Interno è necessaria una «riflessione che va fatta a livello politico coinvolgendo gli enti locali. Si devono attivare verifiche sui luoghi dove queste persone si riuniscono, sgomberare gli edifici occupati abusivamente».
Maroni riferirà alle 12 alle commissioni Affari costituzionali e giustizia del Senato le prime valutazioni sui gravi incidenti che hanno sconvolto la Capitale.
Nell’intervista il titolare del Viminale ha parlato anche del governo e sull’allargamento all’Udc ha detto: «Diamo tempo al presidente del Consiglio fino agli inizi di gennaio; dopo le festività prenderemo una decisione. Ma la pregiudiziale deve essere chiara: l’Udc che aveva votato contro il federalismo fiscale deve pubblicamente approvarlo altrimenti non se ne fa nulla».