Il murales con Mattarella per la lotta contro la caccia selvaggia

Valentina Sammarone
09/11/2023

L'opera dell'artista Harry Grab è apparsa a Roma, in vicolo del Babuccio, per chiedere un intervento del presidente della Repubblica a tutela degli animali.

Il murales con Mattarella per la lotta contro la caccia selvaggia

Sergio Mattarella, presidente della Repubblica, come San Francesco d’Assisi circondato da animali selvatici. Questo il soggetto del murales realizzato dall’artista Harry Grab apparso a Roma, in vicolo del Babuccio, per chiedere assieme alla Lav che l’articolo 9 della Costituzione a tutela degli animali, la biodiversità, l’ambiente e gli ecosistemi, non sia più carta straccia. L’opera mostra Mattarella circondato da animali selvatici «che oggi sono sotto attacco della politica», precisa la Lav.

La richiesta della Lav: «Chiediamo aiuto al presidente Mattarella»

La Lav ha organizzato diverse proteste in piazza per il fine settimana del 25-26 novembre. I cittadini potranno sottoscrivere una cartolina successivamente recapitata al Quirinale per chiedere al presidente Mattarella un suo coinvolgimento attivo per il rispetto dell’articolo 9 della Costituzione. Spiega l’organizzazione: «Chiediamo al capo dello Stato di richiamare il governo e il Parlamento sugli atti che impediscono ai Tar la sospensione dei calendari venatori e che aggirano il divieto di utilizzo di munizioni al piombo nelle zone umide che non rappresentano affatto la tutela di animali, biodiversità, ambiente ed ecosistemi come detta il principio fondamentale della costituzione all’articolo 9 integrato così un anno e mezzo fa a stragrande maggioranza dal Parlamento. A gennaio 2023 l’approvazione dell’emendamento “caccia selvaggia”, inserito surrettiziamente nella legge di Bilancio e che ora consente l’ingresso dei cacciatori in città e parchi, ha segnato l’avvio del più grande attacco mai sferrato dalle istituzioni contro gli animali selvatici».

Il murales di Mattarella per la lotta contro la caccia selvaggia
L’opera dell’artista Harry Grab, particolare (Ansa).

Harry Grab: «Sono onorato che la Lav abbia pensato a me»

L’autore del murales si è detto onorato di aver collaborato con l’organizzazione: «Sono onorato che la Lav abbia pensato a me e alla mia arte per una battaglia così importante e giusta. Credo fermamente che i propositi espressi nell’articolo 9 della Costituzione siano un passaggio fondamentale per la nostra vita e quella delle future generazioni. È per questo che sono grato alla Lav di avermi coinvolto in questa campagna. Dovremmo imparare dagli animali come custodire e proteggere ciò che ci circonda, sembra che lo abbiamo dimenticato».