Maxisequestro nella villa di Calisto Tanzi

Redazione
03/02/2011

La guardia di Finanza è ritornata nella villa di Alberi di Vigatto di Calisto Tanzi,  per eseguire un nuovo maxisequestro...

Maxisequestro nella villa di Calisto Tanzi

La guardia di Finanza è ritornata nella villa di Alberi di Vigatto di Calisto Tanzi,  per eseguire un nuovo maxisequestro di oggetti preziosi, in particolare statue e mobili antichi.
L’operazione è scattata attorno alle 8.30 del 3 febbraio, quando tre auto delle fiamme gialle di Bologna e due furgoni di una ditta di trasporti, con a bordo anche una funzionaria della Soprintendenza ai beni artistici, sono entrati nell’abitazione alle porte di Parma dell’ex patron della Parmalat, che si trovava in casa.
TRA GLI OGGETTI UN DE CHIRICO. I tecnici hanno iniziato a smontare e ad imballare 83 oggetti. Tra questi, un prezioso lampadario di Murano, composto da 100 mila gocce di cristallo, un trumeau del ‘700, un mobile del ‘600 ed una statua in bronzo, opera di Giorgio De Chirico.
Il sequestro compiuto questa mattina, a un giorno dalla sentenza della Cassazione che non ha accolto la richiesta del carcere per Tanzi, rientra nella maxi operazione condotta dalla procura di Parma e dai carabinieri del nucleo patrimonio artistico, che il 5 dicembre 2009 aveva già portato al sequestro di un centinaio di quadri, per un valore complessivo di trenta milioni di euro.
Gli oggetti erano già conosciuti dalla Procura, che li aveva catalogati e lasciati nell’abitazione di Tanzi in attesa di rintracciare un luogo dove potessero essere conservati.