Le cose da sapere sul circuito di Melbourne

Le cose da sapere sul circuito di Melbourne

14 Marzo 2019 15.46
Like me!

Si ricomincia da Melbourne. La stagione 2019 della Formula 1 riparte nel solco della tradizione, con le monoposto pronte a sfrecciare sul circuito dell'Albert Park a partire dalle prime prove libere di venerdì 15 marzo. È la 22esima volta che il circuito australiano ospita il Gran premio inaugurale della stagione: dal 1996 la gara d'apertura non si è svolta qui soltanto nel 2006 e 2010, quando il primo Gp della stagione fu corso in Bahrain. Nessun altro circuito è stato utilizzato così tante volte per le prime stagionali.

Si tratta di un tracciato tortuoso che si sviluppa su una lunghezza di 5.303 metri, con relative difficoltà di sorpasso: si può tentare alla staccata della curva 1 e a quella della 2, ovvero in fondo ai principali rettilinei. In generale, è un tracciato abbastanza veloce, dove le temperature incideranno sulle performance, così come le sconnessioni dell’asfalto.

RETTILINEI BREVI E POCHE POSSIBILITÀ DI SORPASSO

Melbourne ha ospitato per la prima volta il Circus nel 1996: il percorso si snoda nel cuore della città ed è ricavato raccordando le strade perimetrali del lago artificiale ricavato nell'Albert Park. Negli altri giorni è adibito alla normale circolazione stradale, eppure l'asfalto dell'Albert Park è tra i meno danneggiati dell'intero Circus Le medie sul giro sono elevate per un circuito cittadino (con una punta massima vicina ai 320 km/h), ma i rettilinei sono brevi e le difficoltà di sorpasso considerevoli.

LEGGI ANCHE: Mission Winnow e il binomio Ferrari-tabacco che può costare caro

Dal punto di vista tecnico, è uno dei circuiti meno impegnativi per i piloti, anche se la curva Whiteford va ben preparata. Nel 2001 qui perse la vita, colpito da una ruota staccatasi dalla macchina di Jacques Villeneuve, un commissario di pista; da allora, il regolamento prevede i cavi di ritenzione sulle monoposto per evitare simili episodi.

UN TRACCIATO TRADIZIONALMENTE FAVOREVOLE ALLA FERRARI

La pista di Melbourne è tradizionalmente favorevole alla Ferrari, che qui ha vinto in otto edizioni, l'ultima delle quali nel 2018 con Sebastian Vettel. Detentore del record assoluto di successi è Michael Schumacher a quota quattro, mentre tra i piloti in attività troviamo proprio Vettel, con tre trionfi, oltre a Lewis Hamilton e Kimi Räikkönen fermi a due.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *