Meloni: «Centrodestra unito da 30 anni, Schlein non insulti i nostri ospiti»

Redazione
17/12/2023

La presidente del Consiglio chiude la quattro giorni di Atreju: «Non siamo un fuoco paglia. Saremo il governo dell'Italia con la schiena dritta, la testa alta, le scarpe piene di fango e le mani pulite». Poi cita Ecce bombo per attaccare la segretaria del Pd, che ha rifiutato l’invito alla kermesse di FdI.

Meloni: «Centrodestra unito da 30 anni, Schlein non insulti i nostri ospiti»

Nel suo intervento ad Atreju, che ha chiuso la quattro giorni della kermesse di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni ha ringraziato Matteo Salvini e Antonio Tajani «per questi 14 mesi insieme, 14 mesi di amicizia, condivisione e lealtà», evidenziando che le loro parole sono state «la conferma che se da ormai 30 anni, con formule diverse, il centrodestra italiano esiste» e che non è «un incidente della storia», ma l’espressione di «un sistema di valori condiviso». La premier ha aggiunto: «Il nostro consenso è cresciuto, perché credo che sia maggioritaria l’Italia che non accetta di svendersi, di adeguarsi, di chinare il capo». E poi: «Saremo il governo dell’Italia con la schiena dritta, la testa alta, le scarpe piene di fango e le mani pulite».

LEGGI ANCHE: Dietro la visita di Musk ad Atreju da Meloni ci sono gli interessi aerospaziali

Giorgia Meloni ad Atreju.
Giorgia Meloni (Imagoeconomica).

Meloni: «La verità ha un prezzo, ma non ci abbiamo mai rinunciato»

«Chi pensava fossimo un fuoco di paglia ignora che non siamo qui per fortuna o perché abbiamo imboccato il treno giusto», ha detto Meloni. «Non siamo gli improvvisati della politica, per decenni abbiamo studiato e elaborato un progetto, ci siamo aperti al confronto e quando è stato necessario abbiamo avuto il coraggio di dire la verità, quello che non avevano altri. La verità spesso ha un prezzo, ma noi non ci abbiamo mai rinunciato».

LEGGI ANCHE: Rama: «L’accordo con l’Italia sui migranti non è incostituzionale»

L’attacco di Meloni a Schlein con una «citazione di sinistra»

Poi ecco l’attacco alla segretaria del Pd, Elly Schlein, che rifiutato di presenziare all’evento di FdI: «Puoi anche decidere di non partecipare, ma non insultare chi ha accettato un invito qui perché ha avuto il coraggio che a voi difetta». E poi: «Faccio una citazione di sinistra. Mi ha ricordato Ecce bombo di Nanni Moretti: mi si nota di più se vengo e me ne sto in disparte o se non vengo per niente?». Dal palco di Atreju, Meloni ha inoltre ringraziato Silvio Berlusconi. Prima del suo intervento sono saliti sul palco i vicepremier Salvini e Tajani. Il leader della Lega ha definito il Mes «uno strumento dannoso», mentre il segretario di Forza Italia ha rivelato che il governo sta lavorando «a una breve proroga del superbonus per i condomini».

LEGGI ANCHE: Musk ospite di Atreju: «Fate figli, l’immigrazione non risolve il calo demografico»

Meloni chiude Atreju: «Centrodestra unito da 30 anni, Schlein non insulti i nostri ospiti». L'attacco alla segretaria del Pd citando Ecce bombo.
Santiago Abascal (Ansa).

Abascal: «Tutte le speranze di un cambiamento di rotta in Europa portano a Roma»

La quarta e ultima giornata di Atreju ha visto anche la partecipazione di Santiago Abascal, leader del partito di destra spagnolo Vox. «Oggi tutte le vie europee portano a Roma, tutte le speranze di un cambiamento di rotta in Europa puntano su Roma, per tornare alle idee forti della necessità di radici profonde, di famiglie protette», ha detto. «Radici, famiglia e patria, questo è ciò di cui abbiamo bisogno insieme alla libertà»: tutti valori, ha evidenziato Abascal, che «sono minacciati da coloro che odiano la nostra civiltà».