Meloni: «Sgarbi? Aspetto le dimissioni. Le dichiarazioni di Tavares? Bizzarre»

Redazione
05/02/2024

«Trovo corretta la sua scelta dopo il pronunciamento dell'Antitrust», ha affermato la premier dal Giappone. E sulla richiesta di sussidi da parte dell'ad di Stellantis per non chiudere gli stabilimenti italiani, la presidente ha detto che «gli incentivi di un governo non possono essere rivolti a una azienda nello specifico».

Meloni: «Sgarbi? Aspetto le dimissioni. Le dichiarazioni di Tavares? Bizzarre»

La premier Giorgia Meloni ha fatto sapere che al suo ritorno a Roma accoglierà le dimissioni di Vittorio Sgarbi da sottosegretario alla Cultura. «Trovo corretta la sua scelta di dimettersi dopo il pronunciamento dell’Antitrust», ha affermato la premier ai cronisti in Giappone, dove è in visita per il passaggio di testimone all’Italia nella presidenza del G7. Immediata la replica di Sgarbi, che si dice «felice» che Meloni abbia accolto le sue dismissioni, pur insistendo che quella che lui pone «è una questione di tipo giuridico: quella della legittimità del ricorso al Tar da dimissionario». Per questo, il critico d’arte ha confermato di voler fare ricorso «in ogni caso». «Le mie dimissioni saranno esecutive alla fine del percorso amministrativo che prevede il pronunciamento del Tar dopo il mio ricorso», sottolinea Sgarbi, «me ne andrò anche nel caso di una sentenza favorevole. Intanto mi autosospendo».

LEGGI ANCHE: Sgarbi scrive a Meloni: «Non sono d’accordo con la delibera dell’Agcm, farò ricorso al Tar»

Meloni: «Sgarbi? Aspetto le dimissioni. Le dichiarazioni di Tavares? Bizzarre»
La premier Giorgia Meloni incontra il premier giapponese Fumio Kishida (Imagoeocnomica).

Meloni risponde alla richiesta di Sgarbi di un’indagine interna su altri membri del governo

Quanto alla richiesta di Sgarbi di un’indagine interna per verificare che non ci siano altri conflitti d’interesse legati ad altri membri del governo, la premier Meloni, citata da SkyTg24, ha precisato: «Ho atteso per avere degli elementi oggettivi, mi aspetto che Sgarbi, che ha potuto contare su un governo che attendeva degli elementi oggettivi, non si aspetti che quel governo decida per altri con elementi che non sono oggettivi perché sarebbe un po’ eccessivo».

La replica di Meloni a Carlos Tavares sul caso Stellantis

Dal Giappone la premier è intervenuta anche sul caso delle dichiarazioni dell’ad di Stellantis, Carlos Tavares, che qualche giorno fa aveva rispedito al mittente le critiche del governo sullo spostare gli stabilimenti all’estero, dicendo che «se non si danno sussidi per l’acquisto di auto elettriche, si mettono a rischio gli impianti italiani». «Ho letto le dichiarazioni sugli incentivi, ma gli incentivi di un governo non possono essere rivolti a una azienda nello specifico. Mi è parso quello che ho letto abbastanza bizzarro. Noi siamo interessati a ogni forma di investimento che può produrre posti di lavoro. Il rapporto deve essere equilibrato», è la replica di Meloni.

LEGGI ANCHE: Stellantis, a Mirafiori a marzo un mese intero di cassa integrazione