Si è dimesso l'assessore alle Politiche sociali del Comune di Lodi

Si è dimesso l’assessore alle Politiche sociali del Comune di Lodi

28 Dicembre 2018 11.26
Like me!

Si è dimessa Sueellen Belloni, assessore alle Politiche sociali del Comune di Lodi, che per il suo ruolo in giunta ha seguito la vicenda del regolamento per l'accesso ai servizi agevolati, come le mense, in cui il Tar ha ravvisato una «condotta discriminatoria» nei confronti delle famiglie straniere. L'assessore ha motivato la sua decisione con «impegni inderogabili di lavoro».

BELLONI: «LASCIO SOLO PER QUESTIONI DI LAVORO»

A fine settembre scorso, parte dello schieramento di opposizione in Consiglio comunale aveva chiesto le dimissioni della Belloni in relazione al nuovo regolamento comunale sulle agevolazioni sociali. «Queste mie dimissioni», ha sottolineato Belloni, «sono dovute solo e esclusivamente a ragioni di lavoro». E in mattinata è prevista già la nomina di un nuovo assessore al suo posto.

VICENDA INIZIATA IN OTTOBRE

La querelle del comune lombardo è iniziata nell'ottobre scorso quando il comune a guida leghista ha varato un regolamento sull'accesso alle mense, e allo scuolabus, che nei fatti ha escluso molti bambini stranieri. A metà dicembre tribunale di Milano ha accertato la «condotta discriminatoria del Comune di Lodi» imponendo alla giunta di «modificare il regolamento per l'accesso alle prestazioni sociali agevolate» in modo da consentire ai cittadini non appartenenti all'Unione europea di presentare la domanda di accesso» alle stesse condizioni degli italiani. Il comune, infatti, nel nuovo regolamento non aveva previsto forme di autocertificazione obbligando i cittadini stranieri a un complesso sistema di recupero dei documenti dai Paesi d'origine per certificare il mancato possesso di beni immobili.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *