Russiagate: Meranda e Vannucci nel mirino della Gdf

Le Fiamme Gialle a casa dei due che insieme a Savoini hanno incontrato funzionari russi all'Hotel Metropol di Mosca. Il primo risulta indagato insieme al presidente dell'Associazione LombardiaRussia.

17 Luglio 2019 18.14
Like me!

La Gdf di Milano, su delega della Procura, sta effettuando perquisizioni nei confronti dell’avvocato Gianluca Meranda, il legale romano che ha ricevuto contestualmente un avviso di garanzia, ed è quindi indagato, nell’ambito dell’inchiesta per corruzione internazionale sul caso dei presunti fondi russi alla Lega. Alla perquisizione dovrebbe essere presente anche il pm milanese Gaetano Ruta e un esponente dell’ordine degli avvocati di Roma.

PERQUISIZIONE ANCHE DA VANNUCCI

È una perquisizione anche quella avvenuta a casa di Francesco Vannucci, l’ex bancario di Suvereto, in provincia di Livorno, raggiunto da poco da quattro militari della guardia di finanza di Milano. Non è chiaro, però, se la perquisizione è “presso terzi”. Se così fosse Vannucci, collaboratore di Meranda, non sarebbe indagato. I due si sono fatti avanti dicendo di aver partecipato all’incontro all’Hotel Metropol di Mosca dove era presente anche Gianluca Savoini.

CONTE IN PARLAMENTO IL 24 LUGLIO

Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha dato la disponibilità a riferire in Aula al Senato il 24 luglio sul caso Russia. Lo riferisce il capogruppo Pd Andrea Marcucci al termine della conferenza dei capigruppo di Palazzo Madama. «È stato chiesto anche a me di riferire e io riferisco, perché quando le forze parlamentari chiamano, il governo risponde. Per la trasparenza nei confronti dei cittadini e dei rappresentanti dei cittadini ho una concezione sacrale del Parlamento e delle istituzioni», ha dichiarato Conte

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *