Merkel al Bundestag: «Dovremo dare contributi più alti per il Bilancio europeo»

Redazione
23/04/2020

La cancelliera, parlando della sfida posta dal coronavirus, ha tenuto un discorso al parlamento tedesco in vista del consiglio europeo: «Riusciremo a superare questa prova gigantesca come società e come Europa». E sugli eurobond: servono risposte veloci e la mutualizzazione del debito richiede tempi lunghi.

Merkel al Bundestag: «Dovremo dare contributi più alti per il Bilancio europeo»

«Viviamo tempi straordinari», siamo di fronte alla «più grande prova» dalla seconda guerra mondiale e «in gioco c’è la tenuta dell’Europa». È un appello accorato quello che ha tenuto Angela Merkel al Bundestag in vista del Consiglio europeo del 23 aprile. «Una cosa è chiara», ha sottolineato, «dovremo essere pronti a dare contributi chiaramente più alti per il Bilancio europeo». «Per la Germania riconoscersi nell’Unione europea è parte della nostra ragione di Stato», ha spiegato mettendo l’accento sull’importanza della solidarietà europea, « l’Europa non e’ l’Europa
se non si è pronti a sostenersi gli uni con gli altri, nei tempi
di un’emergenza non si ha colpa. In questa crisi abbiamo anche il compito di dimostrare chi vogliamo essere come Europa»

Nell’Europa colpita dalla pandemia bisogna «agire in modo veloce», per la mutualizzazione del debito (gli Eurobond, ndr) si dovrebbero «modificare i trattati», e questo richiede tempo e il coinvolgimento dei parlamenti. Ma la cancelliera è ottimista: «Riusciremo a superare questa prova gigantesca come società e come Europa».«Assumiamo che fosse arrivato il tempo per una volontà politica sul debito comune, e che questa effettivamente ci fosse. Tutti i parlamenti dell’Ue, e anche il Bundestag tedesco, dovrebbero decidere di cambiare i trattati europei, in modo che una parte del budget venga trasmessa a livello europeo, e lì controllata democraticamente», ha affermato la cancelliera tedesca. «Questo prenderebbe molto tempo e sarebbe un processo difficile, che non aiuterebbe nessuno in questo momento», ha concluso, «adesso serve un aiuto veloce, e bisogna avere in mano strumenti veloci, che possano alleviare la crisi».

Merkel ha poi parlato di come la Germania ha reagito al coronavirus: «Oggi possiamo constatare che il sistema sanitario regge la prova del coronavirus”. La cancelliera ha sottolineato che «siamo ancora solo all’inizio della pandemia», e che «grazie alla disciplina e il rigore delle settimane scorse abbiamo limitato il contagio» e «guadagnato tempo». «Per il governo tedesco l’Oms è un partner irrinunciabile e noi lo sosteniamo», ha poi aggiunto Merkel, affermando che la la collaborazione internazionale è «straordinariamente importante», per Berlino, in Europa e su scala globale. «La collaborazione con gli Stati africani è sempre importante e nel coronavirus va rafforzata». Proprio nel continente africano l’Oms gioca un ruolo fondamentale.