Jovanotti risponde a Messner sul concerto a Plan de Corones

Jovanotti risponde a Messner sul concerto a Plan de Corones

08 Aprile 2019 10.28
Like me!

E alla fine Jovanotti rispose. In un lungo post su Facebook, Lorenzo Cherubini, difende il concerto previsto questa estate – il 24 agosto – sulla cima di Plan de Corones (Kronplatz) a 2.275 metri dopo le critiche affidate a Repubblica il 7 aprile da Reinhold Messner. Che, tra l'altro, proprio in questa località ha aperto uno deis uoi musei dedicati alla storia dell'alpinismo. Messner, parlando dell'evento, era stato categorico: «Non posso vietarlo, ma lo farei se potessi», aveva detto al quotidiano. «Se fossi l'unico proprietario di Plan de Corones, non autorizzerei mai né tantomeno organizzerei un concerto di questo tipo», aveva aggiunto. «Sto provvedendo a comunicare il mio disappunto alle funivie del comprensorio Kronplatz».

LA RISPOSTA DI JOVANOTTI A MESSNER

Dal canto suo Jovanotti ha assicurato circa la sostenibilità ambientale del concerto. «Non discuto con Messner di montagna, non mi permetterei mai», ha scritto su Facebook, «ma sui concerti ho qualcosa da dire e il nostro progetto per l’estate è serio, accurato e soprattutto nuovo, realizzato con criteri ambientali che oggi non sono solo possibili ma anche importanti da mostrare al pubblico, soprattutto a un pubblico come è il mio, sensibile ai temi chiave del presente».

Non discuto con Messner di montagna, non mi permetterei mai, ma sui concerti ho qualcosa da dire e il nostro progetto…

Geplaatst door Lorenzo Jovanotti Cherubini op Maandag 8 april 2019

Jovanotti poi ha ribadito: «Quando dico che stiamo tenendo insieme un evento rock con l’equilibrio ambientale non lo dico tanto per dire, si tratta di mettere in campo tutte le conoscenze in questo ambito ed è quello che stiamo facendo, per mostrare un modo nuovo di fare le cose, non quello solito che giustamente preoccupa Messner. Il futuro non lo si afffonta negandoci le esperienze ma immaginandone di nuove con nuovi mezzi».

JOVANOTTI: «I CLUB ESCLUSIVI NON FANNO PER ME»

Il concerto in quota in Val Pusteria fa parte del tour Jova Beach Party 2019. Progetto che vanta la collaborazione del Wwf ma che nonha convinto gli ecologisti preoccupati dell'impatto ambientale. Nel suo post Jovanotti torna a rassicurare pubblico ed esperti. «Si tratta di realizzare non solo grandi giornate di goduria collettiva ma anche grandi aperture verso panorami di economia circolare, di comportamenti ecosostenibili e di equilibrio umanità/pianeta». Poi, riferendosi a Messner, aggiunge: «Se poi lui preferisce il silenzio delle grandi altitudini in solitaria al battito dei piedi che ballano sulla terra nuda stimolati da una giusta potenza di watt rispondo che c’è un momento adatto a tutto, e a Plan de Corones la folla festosa non è una novità, è un luogo di tutti ed è bello per questo. Sentirsi invasi da gente allegra che non ha nessuna intenzione di violare nessun tempio naturale ma casomai di celebrarlo suona semplicemente, ahimè, elitario, e siamo alle solite, e a me le solite non piacciono, i club esclusivi non fanno per me».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *