Michele Misseri torna a vivere nella villetta dove fu uccisa la nipote Sarah Scazzi

Valentina Sammarone
13/02/2024

L'omicidio della giovane avvenne il 26 agosto 2010. Il 69enne era stato rilasciato dal carcere di Lecce domenica 11 febbraio, dopo aver scontato una condanna definitiva a 8 anni di reclusione per soppressione di cadavere, beneficiando di una riduzione di pena di 696 giorni.

Michele Misseri torna a vivere nella villetta dove fu uccisa la nipote Sarah Scazzi

La mattina del 13 febbraio 2024, Michele Misseri è tornato nella villetta di via Deledda, ad Avetrana, dove il 26 agosto 2010 fu uccisa sua nipote Sarah Scazzi, di 15 anni. Questa informazione è stata confermata da fonti investigative all’Ansa. Il 69enne era stato rilasciato dal carcere di Lecce domenica 11 febbraio, dopo aver scontato una condanna definitiva a 8 anni di reclusione per soppressione di cadavere, beneficiando di una riduzione di pena di 696 giorni. Tuttavia, non era immediatamente tornato nella sua residenza. Nelle interviste televisive rilasciate dopo la scarcerazione, l’uomo è tornato ad accusarsi dell’omicidio sostenendo l’innocenza di sua moglie Cosima Serrano e sua figlia Sabrina, condannate all’ergastolo.