Le conseguenze delle midterm sull’impeachment di Trump

07 Novembre 2018 06.28
Like me!

Il mondo ha osservato le elezioni di midterm negli Usa per capire come è cambiato il consenso per il presidente Donald Trump, ma soprattutto per avere una risposta alla domanda più scottante: è possibile che si vada all'impeachment? Con la Camera nelle mani dei democratici e il Senato in quelle dei repubblicani, la risposta è sì, la messa in stato d'accusa potrà partire, ma quasi sicuramente non porterà nei prossimi due anni alla capitolazione del presidente.

Ora che il partito dell'Asinello ha la maggioranza nella Camera bassa, infatti, può avviare la procedura di impeachment (sempre che l'indagine sul Russiagate del procuratore speciale Robert Mueller approdi ad accuse precise). Ma lo sforzo sarebbe inutile perché servono due terzi del Senato per condannare il presidente e il partito repubblicano in questa tornata si è addirittura rinforzato nella Camera alta.

IL RISCHIO BOOMERANG

La strategia dei dem potrebbe essere quella di approfittare comunque della possibilità di far partire la procedura per mettere i bastoni tra le ruote al presidente, paralizzandone l’attività di governo. Il punto è che, all’interno dello stesso Asinello, non sembra esserci una linea unitaria sulla questione. Come spiegato da Stefano Graziosi su L43, se soprattutto a sinistra si invoca l’impeachment, tra i centristi si nutre invece una certa preoccupazione. Molti temono infatti che possa ripetersi quanto accadde a Bill Clinton, il quale raggiunse il picco di popolarità proprio nel periodo in cui fu messo in stato d’accusa. Il rischio è quindi che un eventuale impeachment possa tramutarsi in un boomerang per i democratici.

L'ARMA DELLE COMMISSIONI D'INCHIESTA

I quali potrebbero, più prudentemente, creare delle commissioni d'inchiesta per fare luce sulle iniziative prese dall'amministrazione Trump o che riguardano direttamente il presidente. In cima alla lista ci sono le domande sulla dichiarazione dei redditi del tycoon e il suo possibile conflitto di interessi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *