Migranti, la Corte suprema del Regno Unito dichiara illegale il piano Ruanda

Redazione
15/11/2023

Dura battuta d'arresto per il governo conservatore di Rishi Sunak, che punta a fermare gli sbarchi sulle coste britanniche.

Migranti, la Corte suprema del Regno Unito dichiara illegale il piano Ruanda

La Corte suprema del Regno Unito ha dichiarato illegale il controverso piano Ruanda voluto dal governo Tory, all’interno della sua draconiana stretta sull’immigrazione irregolare: prevedeva il trasferimento di quote di richiedenti asilo in Africa a scopo dissuasivo. Si tratta di un duro colpo d’arresto per l’esecutivo conservatore del premier Rishi Sunak e per la sua promessa di fermare gli sbarchi sulle coste britanniche.

LEGGI ANCHE: Regno Unito, il sorprendente e controverso ritorno di David Cameron

Migranti, la Corte Suprema del Regno Unito dichiara illegale il piano Ruanda del governo guidato da Rishi Sunak.
Protesta contro il piano Ruanda del governo britannico (Getty Images).

L’accordo con il Ruanda è stato stipulato nel 2022, ma non è mai entrato in vigore

In base a un accordo iniziale di 140 milioni di sterline (oltre 160 milioni di euro) stipulato nel 2022, il Regno Unito prevedeva di inviare decine di migliaia di richiedenti asilo verso il Ruanda, a una distanza di oltre 6.400 chilometri. Il primo volo per il trasferimento dei migranti era stato bloccato già a giugno del 2022 da una sentenza in extremis della Corte europea dei diritti dell’uomo, che aveva ritenuto illegale questo tipo di deportazione.

LEGGI ANCHE: Gli interessi albanesi dietro il controverso accordo sui migranti con l’Italia

Migranti, la Corte Suprema del Regno Unito dichiara illegale il piano Ruanda del governo guidato da Rishi Sunak.
Il primo ministro britannico Rishi Sunak a colloquio con il presidente ruandese Paul Kagame (Getty Images).

L’accoglienza dei richiedenti asilo costa al Regno Unito tre miliardi di sterline all’anno 

Alla fine di giugno 2023 era stata poi la Corte d’appello a giudicare illegale il piano di Sunak: il premier aveva così annunciato che il governo si sarebbe appellato alla Corte Suprema. L’accoglienza dei richiedenti asilo costa tre miliardi di sterline all’anno al Regno Unito.

LEGGI ANCHE: Regno Unito, fa discutere la chiatta gigante noleggiata dal governo per ospitare i richiedenti asilo