Milano-Cortina, Abodi sulla pista da bob: «Conservare matrice italiana»

Redazione
08/11/2023

Il ministro allo Sport ha spiegato: «Un'eventuale delocalizzazione delle gare in sedi estere è una soluzione estrema, da prendere in considerazione solo qualora non dovessero arrivare soluzioni alternative». 

Milano-Cortina, Abodi sulla pista da bob: «Conservare matrice italiana»

Il ministro per lo Sport e per i Giovani, Andrea Abodi, è tornato a parlare del caso della pista da bob di Milano-Cortina 2026. Il governo studia soluzioni per far fronte all’assenza di un impianto idoneo e da settimane si parla di spostare le gare all’estero. Un’idea che non piace al ministro, che durante il question time alla Camera ha dichiarato: «La priorità è valutare tutte le opzioni affinché resti la matrice italiana anche per la pista da bob. E vorrei far presente che un’eventuale delocalizzazione delle gare in sedi estere è una soluzione estrema, da prendere in considerazione solo qualora non dovessero arrivare soluzioni alternative».

LEGGI ANCHELa pista da bob che punge nell’orgoglio il governo sovranista

Milano-Cortina, Abodi sulla pista da bob «Conservare matrice italiana»
Bandiera con i loghi di Milano-Cortina 2026 al Duomo di Milano (Imagoeconomica).

Il ministro: «Istruttoria alla Simico»

Andrea Abodi ha proseguito: «L’individuazione di un’alternativa alla pista di Cortina passa necessariamente da un corretto iter istruttorio ancora in corso di svolgimento. Lo scorso 23 ottobre la Regione Piemonte e la città metropolitana hanno inviato alla Fondazione la documentazione richiesta sulla pista di Cesana, il 24 ottobre ho chiesto al Ministro delle Infrastrutture di valutare a chi affidare l’istruttoria tecnica, cosa fatta nella stessa giornata alla società Simico».

LEGGI ANCHE: Malagò, pista bob in Italia? Solo con impegno scritto del governo

Abodi: «Non è il momento di fare previsioni»

Il ministro ha continuato: «È stato aperto con un tavolo tecnico la cui prima riunione sarà svolta oggi, 8 novembre, alle 16.30 e ho personalmente sollecitato tutti gli attori in causa affinché l’iter si concluda entro questa settimana. Non è questo il momento delle previsioni. L’impegno del Governo è totale con investimenti che vanno soprattutto a opere pubbliche che in futuro miglioreranno la vita dei cittadini». Abodi ha parlato anche di strutture, in relazione ai Giochi della gioventù: «È imprescindibile che la realizzazione dei nuovi Giochi della gioventù sia accompagnata da un potenziamento delle infrastrutture per la pratica sportiva scolastica, grazie a una maggiore disponibilità di palestre e impianti sportivi, da garantire attraverso la realizzazione di nuove infrastrutture, la messa in sicurezza di strutture già esistenti o l’utilizzo di impianti pubblici di prossimità».