Milano, aperto un nuovo fascicolo sull’omicidio di Fausto e Iaio

Redazione
16/01/2024

Fausto Tinelli e Lorenzo Iannucci furono uccisi il 18 marzo del 1978 nei pressi del centro sociale Leoncavallo. Il caso fu archiviato senza un colpevole nel 2000.

Milano, aperto un nuovo fascicolo sull’omicidio di Fausto e Iaio

La Procura di Milano ha aperto un fascicolo conoscitivo, senza ipotesi di reato né indagati, sull’omicidio dei giovani Fausto Tinelli e Lorenzo Iannucci (conosciuti come Fausto e Iaio), avvenuto il 18 marzo del 1978 nei pressi del centro sociale Leoncavallo. Il fascicolo è stato aperto dopo la lettera inviata nei mesi scorsi dal sindaco Beppe Sala al procuratore Marcello Viola, nella quale il primo cittadino del capoluogo lombardo ha presentato una richiesta formale perché vengano riaperte le indagini.

Il caso dell’assassinio di Fausto e Iaio fu archiviato senza un colpevole nel 2000

Gli accertamenti sono stati affidati da Viola ai pm Francesca Crupi e Leonardo Lesti, del dipartimento antiterrorismo. Il caso dell’assassinio di Fausto e Iaio, che avevano appena 18 anni, fu archiviato senza un colpevole nel 2000: benché mai formalmente provata la matrice politica del duplice omicidio, avvenuto nel contesto degli anni di piombo, è opinione comune che esso sia attribuibile a elementi dell’estrema destra. Per riaprire le indagini serviranno però nuovi elementi che portino a una richiesta di riapertura delle indagini da parte dei pm da inoltrare all’ufficio Gip.