San Siro, il Comune vuole ristrutturare lo stadio e Sala lancia l’appello: «Inter e Milan valutino l’idea»

Redazione
19/01/2024

Il primo cittadino di Milano vuole convincere i club a non lasciare la città. In ballo un progetto da 300 milioni di euro che sarà presentato il 31 gennaio. Il nuovo stadio Meazza sarebbe di 75 mila posti, con un sistema d'accesso migliorato e la riqualificazione dell'intero quartiere.

San Siro, il Comune vuole ristrutturare lo stadio e Sala lancia l’appello: «Inter e Milan valutino l’idea»

Il Comune di Milano presenterà il 31 gennaio il piano per la ristrutturazione dello stadio San Siro, elaborato da una commissione consiliare. Lo ha confermato il sindaco Giuseppe Sala, che ha anche lanciato un appello a Inter e Milan. Alle due società milanesi, il primo cittadino ha chiesto almeno di «rivalutare l’ipotesi». Repubblica ha rivelato alcuni dettagli del progetto di riqualificazione, che costerebbe intorno ai 300 milioni. Tra le novità ci sarebbe la costruzione di un quarto anello, complementare agli altri tre e non in altezza. La capienza sarebbe di 75 mila posti, 817 in meno rispetto all’attuale, e tra gli obiettivi c’è anche quello di migliorare gli accessi e riqualificare l’intero quartiere. Tutto senza doversi spostare in altri stadi per giocare durante i lavori.

San Siro, il Comune vuole ristrutturare lo stadio e Sala lancia l'appello «Inter e Milan valutino l'idea»
Lo stadio San Siro visto dall’alto prima di una partita dell’Inter (Getty Images).

Sala: «L’ipotesi di continuare a giocare va esaminata»

Il sindaco ha spiegato: «Non pretendiamo che questo sia qualcosa di condivisibile immediatamente ma lo spirito di quella commissione e del lavoro che seguirà sarà quello di convincere le società a rivalutare questa ipotesi. Se c’è una soluzione che permette di continuare a giocare magari perdendo pochissima di capienza, va esaminata con grande interesse. È un esempio di un progetto, è chiaro che non è quello che il Comune ha scelto, ma lo considero interessante. Le società si sono sempre opposte all’idea di ristrutturare San Siro perché sostenevano, e non so se lo sostengono ancora, che c’era il rischio di andare lontano a giocare per due o tre anni. È chiaro che questo sarebbe stato un limite importante perché avrebbero perso molto in termini di biglietti e i tifosi non sarebbero stati così felici».

La risposta a Marotta: «Troppa burocrazia? Lo dice per giustificarsi»

Sala ha poi risposto a distanza alle dichiarazioni rilasciata dall’amministratore delegato dell’Inter, Beppe Marotta. Quest’ultimo ha identificato nella troppa burocrazia intorno all’eventuale riqualificazione di San Siro il motivo per cui le due società si sono spinte fuori Milano. Il sindaco ha replicato: «Lo dice per giustificare quello che hanno fatto. Io continuo a pensare che è molto meglio per le società rimanere in città. I club stanno veramente sottovalutando le problematiche che ci sono in termini di mobilità e di impatto. Però se noi non offriamo una alternativa ed è il lavoro che si farà con quella commissione. Si è perso molto tempo. Se si potesse ripartire da quello io sarei molto felice».

San Siro, il Comune vuole ristrutturare lo stadio e Sala lancia l'appello «Inter e Milan valutino l'idea»
Il sindaco Giuseppe Sala (Imagoeconomica).

Il progetto da 75 mila posti

A realizzare il progetto di ristrutturazione è stato lo studio Arco Associati. Come spiegato da Repubblica, il nodo principale è la capienza. Si passa da 75.817 e 75 mila posti, che comunque sarebbero 5 mila in più circa rispetto ai progetti di Milan e Inter per gli impianti da costruire a San Donato e Rozzano. Inoltre c’è la novità del quarto anello. Poi la revisione dell’intero sistema di accesso e la riqualificazione delle aree circostanti, che però non rientrerebbero nella cifra della ristrutturazione. Si parla di 300 milioni, ma il progetto sarà presentato il 31 gennaio. Il 14 marzo, invece, il Tar si pronuncerà sul vincolo annunciato dalla Sovrintendenza.