Militare morì dopo il vaccino, archiviazione per l’ad di AstraZeneca

Redazione
20/10/2023

Stefano Paternò è scomparso poche ore dopo la somministrazione della prima dose contro il Covid. L'inchiesta si è chiusa con l'archiviazione per un medico, un infermiere e per l'amministratore delegato dell'azienda farmaceutica, Lorenzo Wittum.

Militare morì dopo il vaccino, archiviazione per l’ad di AstraZeneca

Il Tribunale di Siracusa ha disposto l’archiviazione per l’amministratore delegato di AstraZeneca, Lorenzo Wittum. L’uomo era coinvolto nell’inchiesta per omicidio colposo legata alla scomparsa di un militare della Marina. Si tratta di Stefano Paternò ed era in servizio ad Augusta quando il 9 marzo del 2021 è stato trovato morto all’interno della propria abitazione. Poche ore prima, secondo la ricostruzione, Paternò ha ricevuto la prima dose di vaccino AstraZeneca contro il Covid.

Dopo la morte indagati in dieci

Dopo la morte del militare, la procura di Siracusa aveva iscritto nel registro degli indagati dieci persone. Poi, alla fine delle indagini, erano rimasti in tre: un medico, un infermiere e l’amministratore delegato della società. La stessa Procura si è poi espressa in favore dell’archiviazione. Precedentemente archiviata dal gip, invece, la posizione sia del medico sia dell’infermiere, dopo le conclusioni dei pm, Sabrina Gambino e Gaetano Bono.