Mimmo Lucano, condanna ridotta a un anno e 6 mesi: assolto da quasi tutte le accuse

Redazione
11/10/2023

Nella sentenza di primo grado, il tribunale di Locri aveva condannato l'ex sindaco di Riace a 13 anni e 2 mesi. Il processo Xenia era nato da un'inchiesta della Guardia di Finanza sulla gestione dei progetti di accoglienza dei migranti nel comune calabrese.  

Mimmo Lucano, condanna ridotta a un anno e 6 mesi: assolto da quasi tutte le accuse

Le accuse nei confronti dell’ex sindaco di Riace Mimmo Lucano sono quasi tutte cadute. I giudici della Corte d’appello di Reggio Calabria lo hanno condannato a un anno e sei mesi, con pena sospesa, stravolgendo la prima sentenza. Nel processo Xenia infatti, nato da un’inchiesta della Guardia di Finanza sulla gestione dei progetti di accoglienza dei migranti nel comune calabrese, Lucano era stato condannato in primo grado a 13 anni e 2 mesi, e 700mila euro di danni.

Le accuse

Nel settembre 2021, l’ex primo cittadino era stato condannato dal tribunale di Locri per associazione per delinquere, truffa, peculato, falso e abuso d’ufficio. I sostituti procuratori generali Adriana Fimiani e Antonio Giuttari avevano chiesto una condanna a 10 anni e 5 mesi, una pena minore dunque a quella comminata in primo grado. La difesa, rappresentata dagli avvocati Andrea Daqua e l’ex sindaco di Milano, Giuliano Pisapia, ha contestato la tesi dell’accusa chiedendo l’assoluzione e definendo la ricostruzione un «accanimento non terapeutico», evidenziando «uno stravolgimento dei fatti» e «un uso distorto delle intercettazioni».

«La fine di un incubo che mi ha abbattuto»

«È la fine di un incubo che in questi anni mi ha abbattuto tanto, umiliato, offeso» ha dichiarato Mimmo Lucano dopo la sentenza d’appello. «È la fine di incubo che per anni, ingiustamente, mi ha reso agli occhi delle gente come un delinquente. Lucano è stato attaccato, denigrato e accusato, anche a livello politico e non solo, quindi, giudiziario, per distruggere il modello Riace, la straordinaria opportunità creata per accogliere centinaia di persone che avevano bisogno e per ridare vita e ripopolare i centri della Calabria. A questo punto spero che pure la Rai si ricreda e mandi in onda la famosa fiction girata con Fiorello a Riace».

https://www.facebook.com/santo.lagana.7/videos/314579427840978/