Mimun e la buona (anzi ottima) uscita dal Tg5, il ritorno di Pollari e altri spifferi

Luca Di Carmine
06/12/2023

Il giornalista pronto all'addio, cioè al pensionamento, dal telegiornale: saluta il 12 dicembre. Mediaset gli riconoscerà la bellezza di 3 milioni di euro. Intanto l'85enne Amato ha l'agenda piena di appuntamenti, Clerici festeggia 60 anni e l'ex direttore del Sismi si rivede in giro. I corridoi di Lettera43.

Mimun e la buona (anzi ottima) uscita dal Tg5, il ritorno di Pollari e altri spifferi

Nei salotti romani di centrodestra non si parla d’altro, grazie alla presenza di qualche esponente di Forza Italia che si diverte a raccontare cosa succede a Mediaset, anticipando ghiotte notizie: era già successo per l’uscita dalle reti del Biscione di personaggi vari, a cominciare da Barbara D’Urso, con parlamentari che spifferavano le decisioni di Cologno Monzese. Non poteva mancare così un annuncio dell’uscita, ossia del pensionamento, di Clemente Mimun, alla guida del Tg5 da tanti anni: viene spoilerata addirittura una data, quella del 12 dicembre, come l’ultimo giorno di permanenza del giornalista al comando del telegiornale più seguito di casa Mediaset. Non manca il dettaglio sulla cifra che verrebbe riconosciuta per aver diretto la testata, evocando la somma di 3 milioni di euro. In questo caso più di un’uscita si tratterebbe di una buona uscita, anzi ottima. Sarà tutto vero, anche stavolta?

Mimun e la buona (anzi ottima) uscita dal Tg5, il ritorno di Pollari e altri spifferi
Clemente Mimun con Enrico Mentana in una foto d’archivio (Imagoeconomica).

Giuliano Amato day

Irrefrenabile Giuliano Amato. Ex presidente del Consiglio (e molto altro ancora) anche all’età di 85 anni di non si lascia sfuggire nessuna occasione per parlare, presentare libri, partecipare a eventi dove comunque non deve passare inosservato. Diamo un’occhiata per esempio a una parte della sua agenda del 7 dicembre, che a Roma è una giornata lavorativa: in mattinata al ministero della Cultura, da Gennaro Sangiuliano, nella sala Spadolini di via del Collegio Romano, in occasione dell’uscita di C’era una volta Cavour, ultimo volume del presidente emerito della Corte costituzionale. Per Amato interverrà Alessandro Campi, caro alla destra, dell’Istituto per la Storia del Risorgimento italiano. Conclusioni affidate, ovviamente, a Sangiuliano. E la sera, che si fa? Amato ha pronto un altro appuntamento da non perdere: al Teatro Manzoni, a due passi dalla Rai di viale Mazzini, ecco le “Storie di diritti e di democrazia”, per parlare della Corte costituzionale, con Donatella Stasio. Sì, ci vuole un fisico bestiale…

Mimun e la buona (anzi ottima) uscita dal Tg5, il ritorno di Pollari e altri spifferi
Giuliano Amato (Imagoeconomica).

Mazzi per Clerici

«Buon compleanno alla carissima Antonella Clerici, artista simbolo della tivù italiana. Antonella ha sempre saputo rivolgersi al pubblico conciliando competenza e leggerezza che è un ottimo ingrediente per lo spettacolo. Per questo, vorrei che presto diventasse ambasciatrice internazionale della candidatura della cucina italiana a patrimonio dell’Umanità», ha detto Gianmarco Mazzi, sottosegretario alla Cultura con delega all’Unesco. E nella serata di mercoledì 6 dicembre è prevista un’abbondante libagione nel museo nazionale di Castel Sant’Angelo, a Roma, con una cena stellata, a beneficio di ministri e vip, per la candidatura della cucina italiana. Nello stesso tempo festeggeranno i 60 anni della Clerici. Che coincidenza…

Mimun e la buona (anzi ottima) uscita dal Tg5, il ritorno di Pollari e altri spifferi
Antonella Clerici (Imagoeconomica).

Il ritorno di Pollari

Chi si rivede, Nicolò Pollari. Quello che ancora viene definito come «il generalissimo» dai tanti che lo hanno avuto come capo, sia nella Guardia di finanza sia nei Servizi segreti, ha partecipato alla cena “Pink Tie Ball”, l’annuale Charity Gala organizzato da Komen Italia e allestito presso The St. Regis Rome. Tra gli ospiti della serata, Luca Barbarossa che ha proposto alcuni successi del suo repertorio eseguiti in una versione intima e acustica, con la presenza delle organizzatrici Jacqueline Baudit de Laurentiis e Maite Bulgari con il sostegno delle madrine Maria Grazia Cucinotta e Rosanna Banfi.

Mimun e la buona (anzi ottima) uscita dal Tg5, il ritorno di Pollari e altri spifferi
Nicolò Pollari (Imagoeconomica).