«Minzolini dimettiti»

Redazione
05/10/2010

«Minzolini deve smetterla di fare un Tg che decide la tesi e poi la illustra. Quando il Parlamento avrà approvato...

«Minzolini dimettiti»

«Minzolini deve smetterla di fare un Tg che decide la tesi e poi la illustra. Quando il Parlamento avrà approvato la mozione che censura l’operato del Tg1, Minzolini dovrebbe porsi il problema delle dimissioni».
Lo ha affermato Italo Bocchino, capogruppo di Futuro e Libertà, in un’intervista a A, settimanale femminile di Rizzoli diretto da Maria Latella. «Non è una questione personale», ha aggiunto, «ma questa situazione non è più tollerabile: il direttore se vuole continuare a fare un Tg così sfacciatamente berlusconiano si faccia assumere da una delle Tv del premier». E ha aggiunto: «anche perchè c’è un ultimo particolare che deve far pensare: gli ascolti del Tg1 di sette giorni fa sono scesi al 23%, il minimo storico».
E al suo posto? L’esponente di Fli ha risposto: «Non spetta a me suggerire. Ma posso fare alcuni esempi: Clemente Mimun quando è stato alla Rai ha garantito il pluralismo. Anche Mauro Mazza lo ha fatto. E Mario Orfeo lo fa oggi al Tg2. Stiamo parlando di persone nominate da Berlusconi».
Nell’intervista, le critiche alla Rai non si sono fermate a Minzolini. «Conosco Mauro Masi, il direttore generale della Rai, da tantissimi anni. Posso dire di essere suo amico. Ma non posso nascondere quanto sia imbarazzante la situazione in cui si trova: essere costretto a fare il censore per conto terzi».
In conclusione il braccio destro di Gianfranco Fini non ha mancato di ricordare che non spetta al direttore generale della Rai chiedere di conoscere con un giorno d’anticipo gli ospiti che un conduttore ha in studio. «Masi dovrebbe fare altro: guardare la trasmissione e sospenderla se non è equilibrata e non garantisce il pluralismo».