Miriam Francesca Vivarini, chi era l’ex campionessa di kickboxing trovata morta in casa a 37 anni

Redazione
28/01/2024

Dismessi i guantoni si era laureata in Psicologia, col sogno di dedicarsi ai bambini. Di recente era tornata ad allenarsi col desiderio di ricominciare a gareggiare. Ai funerali anche Riccardo Bergamini, vice presidente Federkombat ed ex campione del mondo.

Miriam Francesca Vivarini, chi era l’ex campionessa di kickboxing trovata morta in casa a 37 anni

Si sono tenuti sabato 27 gennaio 2024 i funerali di Miriam Francesca Vivarini, l’ex campionessa mondiale di kickboxing trovata morta in casa a Pescara qualche giorno prima. Tante le persone che si sono riunite nella cattedrale di San Cetteo per l’ultimo saluto alla 37enne, tra cui diverse scuole pugilistiche della città. Presente, tra gli sportivi, anche il vice presidente della Federkombat ed ex campione del mondo di kickboxing Riccardo Bergamini.

Miriam Francesca Vivarini

La sua salma è rimasta per alcuni giorni a disposizione della magistratura, che ha indagato sulle cause del decesso. Miriam Francesca aveva iniziato a combattere nella palestra del team di Maurizio D’Aloia e nella sua carriera aveva conquistato il titolo mondiale e quello di vice campionessa europea di K1 nel 2014. Dismessi i guantoni si era laureata in Psicologia, anche se il ring era rimasto il suo primo amore tanto da aver ripreso gli allenamenti per ricominciare a gareggiare. Così ha raccontato Massimo Diodati, istruttore della palestra Blackmamba: «Era molto sensibile al sociale, mi aveva manifestato il desiderio di aprire un corso per bambini, ma lei amava anche viaggiare e non poteva assicurare una presenza costante. Io la supportavo psicologicamente in questo suo desiderio di tornare alle gare, ma sapevo che non era possibile. A 37 anni e con un periodo di inattività alle spalle, la sua carriera non poteva decollare ancora». Vivarini lascia i genitori Dario e Norma e i fratelli Sara e Davide.