Gli Stati Uniti vincono il Mondiale di calcio femminile

Gli Usa si impongono per 2-0 nella finale con l'Olanda. Reti di Rapinoe e Lavelle. Quarto titolo su otto edizioni.

07 Luglio 2019 18.57
Like me!

Due gol all’Olanda, senza nemmeno dover fare troppo sforzo, e gli Stati Uniti sono ancora una volta campioni del mondo di calcio femminile. Per la quarta volta, in otto edizioni del Mondiale, un record. La finale di Lione termina col punteggio di 2-0 che non rende abbastanza l’idea della differenza tra le due squadre. All’Olanda non è bastata una prova generosa per colmare un gap tecnico individuale ancora sensibile. A decidere il match un gol di Megan Rapinoe su rigore e uno bellissimo di Rose Lavelle. Mail punteggio sarebbe potuto essere decisamente più largo se le americane non avessero peccato di scarso cinismo.

RAPINOE ACCENDE LA PARTITA

La partita comincia lenta e ci vogliono 37 minuti per vedere la prima vera occasione. Megan Rapinoe si accende sulla sinistra e mette dentro due palloni insidiosissimi su cui prima Mewis e poi Alex Morgan costringono Van Veenendaal agli straordinari. Morgan ci riprova poco dopo ma trova ancora pronta la portiera avversaria. Gli Usa alzano i ritmi e concedono qualche spazio in ripartenza all’Olanda, che nel finale di primo tempo prova a rendersi pericolosa trascinata da Miedema, Martens e Spitse.

VANTAGGIO SU RIGORE COL VAR

Gli Usa, invece, costruiscono il vantaggio nella ripresa sull’asse Morgan-Rapinoe. La prima trova prima la gamba alta di Van der Gragt e poi l’aiuto del Var per guadagnarsi il calcio di rigore che la compagna di squadra e capitana trasforma con sicurezza, realizzando il suo sesto gol al Mondiale e raggiungendo proprio Alex Morgan e l’inglese Ellen White in testa alla classifica marcatori del torneo. Le olandesi cercano di buttarsi in avanti per il pareggio ma Lavelle trova il 2-0 con un sinistro incrociato rasoterra al termine di una percussione centrale in solitaria.

GLI USA SPRECANO E NON DILAGANO

Gli Stati Uniti potrebbero dilagare, ma Heat cerca un dribbling di troppo e il suo sinistro viene ribattuto, Morgan si allunga il pallone a tu per tu con Van Veenendaal, Dunn spara il suo sinistro sulla portiera avversaria. L’Olanda comunque non riesce a costruire più nulla, nemmeno dopo l’ingresso in campo di Shanice Van de Sanden. Le americane sono ancora in vetta al mondo, con Megan Rapinoe premiata con Scarpa e Pallone d’Oro del torneo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *