Monossido di carbonio, due morti a Milano

Redazione
02/10/2010

Il monossido di carbonio uccide ancora. E’ di due morti, una 45enne polacca e un 46enne italiano, e sette intossicati,...

Monossido di carbonio, due morti a Milano

Il monossido di carbonio uccide ancora. E’ di due morti, una 45enne polacca e un 46enne italiano, e sette intossicati, di cui tre gravi, il bilancio di esalazioni che hanno interessato un intero stabile in piazza Gobetti 8, in zona Città Studi a Milano. 
Il palazzo è stato evacuato. Le due vittime abitavano nello stesso appartamento al primo piano. I tre intossicati più gravi, sottoposti a trattamento in camera iperbarica all’ospedale Niguarda, sono una ragazza di 30 anni, un ragazzo di 28 anni e un’anziana di74 anni, quest’ultima in condizioni preoccupanti. 
Dopo due chiamate al 118, alle 6,30 e alle 8, la polizia è intervenuta insieme ai vigili del fuoco, ma al citofono non rispondeva quasi nessuno. Gli agenti hanno dovuto forzare le porte per soccorrere gli inquilini.
La fuga di gas potrebbe essere derivata da alcuni tubi sul tetto, ma nell’appartamento delle due vittime sono stati trovati aperti due rubinetti: ieri sera nella zona per due ore è mancata l’acqua, è possibile che quando nella notte è ritornata, con i rubinetti lasciati aperti, si sia prodotta una perdita di gas, dato che lo scaldabagno nell’appartamento non risulta a norma. Ma si tratta solo di un’ipotesi, gli accertamenti sono  tuttora in corso.