Andrea Copernico

Riffeser in cerca di un compratore per i suoi giornali

Riffeser in cerca di un compratore per i suoi giornali

Vendite e ricavi in crisi e conti in rosso: la Monrif è pronta a vendere Poligrafici editoriale, controllata che edita la galassia Quotidiano Nazionale.

12 Luglio 2019 09.14

Like me!

Il risiko editoriale potrebbe allargarsi alla Monrif della famiglia Monti-Riffeser, presente sul mercato attraverso la Poligrafici Editoriale con il circuito Quotidiano Nazionale (Qn), Il Resto del Carlino, La Nazione e Il Giorno. Il boccone è ghiotto: conquistare la galassia Qn significa entrare in giornali fortemente radicati sul territorio. La proprietà è rimasta off limits finché c’era Marisa Monti che ha ereditato dal padre Attilio Il Resto del Carlino costruendoci poi attorno un polo editoriale.

Qualche mese fa erano circolate voci su un possibile interesse dei Della Valle in tandem con Flavio Cattaneo

Ma la signora dell’editoria è scomparsa nel febbraio scorso. Qualche mese fa erano circolate voci su un possibile interesse dei Della Valle in tandem con un manager d’esperienza del calibro di Flavio Cattaneo, considerando che Andrea Della Valle, fratello di Diego, è già azionista con circa il 10% acquistato nel 2010 da Rcs per 9,5 milioni di euro. Ma i rumors si sono già spenti.

LA VENDITA DEL CARLTON HOTEL DI BOLOGNA

Restano forti, invece, i rumors sull’attivismo dell’erede di Marisa, il presidente della Poligrafici Editoriale nonché numero uno della Fieg, Andrea Riffeser, nella ricerca di un compratore. Di certo, finora, ci sono solo i numeri dei bilanci della galassia di famiglia. Il gruppo Monti Riffeser ha chiuso il 2018 con un utile a livello di risultato operativo di 24,3 milioni, di cui però 20,3 milioni sono effetto delle cessioni immobiliari, e un utile consolidato di 11,6 milioni.

Andrea Riffeser Monti (foto di Roberto Monaldo/LaPresse).

LEGGI ANCHE: Con gli americani di Kkr Springer studia altri acquisti nel web

A fine 2018 Andrea Riffeser Monti ha venduto il Royal Carlton Hotel per una cifra che sfiora i 33 milioni di euro. Si tratta dello storico albergo di famiglia a Bologna, quattro stelle con più di 200 camere, un centro congressi e un garage con 200 posti auto. L’immobile è stato acquisito da Cattolica Assicurazione che si sta rafforzando nel settore alberghiero per la cifra di quasi 33 milioni e una plusvalenza lorda di oltre 18 milioni per il gruppo Monrif. La gestione dell’hotel resterà, inoltre, per 20 anni a Emiliana Grandi Alberghi, controllata da Monrif Spa.

I CONTI IN ROSSO DI POLIGRAFICI EDITORIALE

La controllata Poligrafici Editoriale, che quest’anno celebra i 160 anni de La Nazione e i 20 di Quotidiano Nazionale, archivia il primo trimestre dell’anno con una perdita netta di 1,7 milioni rispetto a quella di 0,6 milioni registrata nel primo trimestre 2018. Il fatturato consolidato del gruppo (che pubblica Qn, Giorno, Nazione, Resto del Carlino e Telegrafo) è sceso a 36,7 milioni (contro i 38,2 milioni dello stesso periodo dell’esercizio precedente). Giù i ricavi pubblicitari a 11,3 milioni (-3,6% rispetto al 31 marzo 2018) e quelli da vendita di quotidiani e riviste (-7,2% a 23 milioni e scende anche la raccolta pubblicitaria online, sia nazionale sia locale.

In crisi anche un’altra società del gruppo, la Solitaire srl, che edita le testate Cavallo Magazine e Sperone

L’indebitamento finanziario netto consolidato al 31 marzo 2019 è di 40,7 milioni dai precedenti 25,2 milioni. In rosso anche i conti di un’altra società del gruppo, la Solitaire srl, che edita le testate Cavallo Magazine e Sperone. Il 2018 è stato infatti archiviato in perdita per 2,2 milioni rispetto ai -76.242 del 2017. Il rosso sommato a quello dell’anno precedente ammonta a oltre 3,2 milioni , più di un terzo del capitale e quindi la società si trova nella situazione prevista dall’articolo 2446 del codice civile che prevede la necessità di ricapitalizzare. All’assemblea del 23 aprile i soci hanno deciso di rinviare la decisione all’esercizio successivo attendendo un eventuale recupero di redditività, dunque hanno riportato a nuovo la perdita.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *