È morta Anna Kanakis, l’attrice aveva 61 anni

Redazione
22/11/2023

Nata a Messina, figlia di padre greco e di madre siciliana, ad appena 15 anni venne eletta Miss Italia. Nella sua carriera tanta fiction e cinema. Dopo una parentesi politica nell'Udr fondato da Cossiga, la seconda vita come scrittrice.

È morta Anna Kanakis, l’attrice aveva 61 anni

Dopo una breve malattia, si è spenta a 61 anni Anna Kanakis, attrice e scrittrice. Nata a Messina, figlia di padre greco e di madre siciliana, ad appena 15 anni venne eletta Miss Italia a Sant’Eufemia d’Aspromonte: fu la prima reginetta così giovane, dopo una modifica del regolamento. Kanakis cominciò la sua carriera come modella poi su consiglio di Giuseppe Tornatore cominciò a lavorare come attrice. Negli Anni 80 girò oltre decine di film e fiction per la tv. Tante le commedie brillanti degli inizi, diretta da Castellano e Pipolo e da Sergio Martino in Attila flagello di Dio (1982), Occhio, malocchio, prezzemolo e finocchio ( 1983), Acapulco, prima spiaggia… a sinistra (1983). Dopo piccoli ruoli, nel 1989 arrivò la prima parte drammatica nei panni della “banditessa” in ‘o Re di Luigi Magni con Giancarlo Giannini e Ornella Muti. Seguito l’anno successivo da L’Avaro di Molière, diretto da Tonino Cervi e con Alberto Sordi. In tv girò fiction di successo come Vento di ponente (2002), L’Inchiesta (2006) diretta da Giulio Base e infine La Terza Verità (2007) con la regia di Stefano Reali.

È morta Anna Kanakis, l'attrice aveva 61 anni
Anna Kanakis eletta Miss Italia (Ansa).

La parentesi politica nell’Udr fondato da Cossiga e la carriera di scrittrice

Dopo una breve parentesi politica da responsabile nazionale Cultura e Spettacolo dell’Unione Democratica per la Repubblica (Udr), il partito fondato da Francesco Cossiga, Kanakis cominciò la sua seconda carriera di scrittrice esordendo nel 2010 con il romanzo Sei così mia quando dormi. L’ultimo scandaloso amore di George Sand (Marsilio Editori). Nel 2011 uscì il suo secondo romanzo, L’amante di Goebbels (Marsilio Editori), sulla storia di Lída Baarová, attrice cecoslovacca che fu amante del gerarca nazista  nel 1938. L’ultimo lavoro è del 2022: Non giudicarmi (Baldini e Castoldi), ancora un romanzo storico, questa volta sul barone Jacques d’Adelsward Fersen.

Il matrimonio in seconde nozze con Marco Merati Foscarin

Dopo un primo matrimonio da giovanissima con il musicista Claudio Simonetti, da cui divorziò pochi anni dopo, nel 2004 sposò Marco Merati Foscarini, banchiere e discendente di Marco Foscarini, uno degli ultimi dogi di Venezia.