Latina, aperta un’inchiesta sulla morte di una 35enne dopo una paralisi: a Natale aveva contratto il Covid

Redazione
22/01/2024

Ilenia Salaro, che solo pochi mesi fa aveva dato alla luce il suo secondo figlio, è deceduta al San Camillo di Roma. La famiglia aveva sporto denuncia.

Latina, aperta un’inchiesta sulla morte di una 35enne dopo una paralisi: a Natale aveva contratto il Covid

Ilenia Salaro, 35 anni e madre di due figli piccoli, è morta al San Camillo di Roma a inizio gennaio a causa di una serie di complicazioni sopraggiunte dopo aver accusato una paralisi agli arti. Durante le festività natalizie la donna aveva contratto anche il Covid. La Procura di Latina indaga sulle cause del decesso dopo la denuncia sporta dalla famiglia. Salaro era risultata positiva lo scorso 29 dicembre. A partire da quel momento, come riportato da alcuni quotidiani, le sue condizioni si erano aggravate. Fino alla paralisi degli arti, che però non sarebbe stata causata dal virus. I medici avevano in un primo momento pensato che si trattasse di una leucemia ma gli esami lo avevano escluso. La donna è stata poi trasferita al policlinico di Tor Vergata, a Roma, e sottoposta a un intervento al cuore, e in seguito al San Camillo, sempre nella Capitale dove è morta dopo 12 giorni.

Salaro gestiva una fattoria didattica, era sposata e madre di due bambini

Venerdì mattina è stata svolta l’autopsia, mentre il 2o gennaio hanno avuto luogo i funerali a Borgo Montello, vicino a Latina. La donna era madre di due bambini: Beatrice, 5 anni e Leonardo, venuto al mondo solo quattro mesi fa. La 35enne, che gestiva un allevamento di alpaca e una fattoria didattica, era sposata con un agente di polizia locale.