Morti annegati in auto nel lago di Como, l’ipotesi più accreditata è un guasto alla vettura

Redazione
08/01/2024

Esclusa la pista del gesto volontario: Morgan Algeri e Tiziana Tozzo erano al primo appuntamento. Poco probabile un malore accusato dal 38enne alla guida, così come che abbia compiuto una manovra errata. Pare che il suv, acquistato da poco, avesse già dato qualche problema.

Morti annegati in auto nel lago di Como, l’ipotesi più accreditata è un guasto alla vettura

Per la morte di Morgan Algeri e Tiziana Tozzo, annegati nel lago di Como dopo essere finiti in acqua a bordo dell’auto sulla quale si trovavano, l’ipotesi più accreditata è quella di un guasto alla vettura, un suv Mercedes modello Gls. Secondo quanto riferito dalla sorella di Algeri alla squadra mobile, infatti, la macchina acquistata pochi mesi fa dal 38enne negli ultimi giorni aveva dato già qualche problema.

Esclusa l’ipotesi del gesto volontario: i due erano al primo appuntamento

Gli investigatori avevano reso noto che erano al vaglio tutte le ipotesi: omicidio-suicidio, malore del conducente, manovra errata, malfunzionamento della vettura. L’ipotesi di un gesto volontario è stata sostanzialmente esclusa, anche perché è emerso che quello di sabato 6 gennaio era il primo appuntamento tra i due. Meno probabili appaiono inoltre le ipotesi del malore e della manovra sbagliata.

L’auto era parcheggiata rivolta verso il lago, a tre metri dalla balaustra

Secondo le testimonianze l’auto era parcheggiata rivolta verso il lago, a circa tre metri dalla balaustra, in un parcheggio della zona di Villa Geno. Quando i due sono saliti a bordo, dopo aver chiacchierato serenamente come raccontato da testimoni oculari, la vettura guidata da Algeri è schizzata in avanti al massimo della potenza, sfondando la ringhiera. Gli airbag sono stati trovati aperti, probabilmente in seguito all’impatto con la superficie dell’acqua, così come aperte erano le portiere della vettura, recuperata dai vigili del fuoco a 15 metri di profondità.