Morto il giornalista Paolo Graldi, aveva diretto Il Mattino e Il Messaggero

Redazione
30/12/2023

Nel corso della carriera era stato a lungo inviato e caporedattore del Corriere della Sera. In tv aveva collaborato con Enzo Biagi e Sergio Zavoli. Aveva 81 anni.

Morto il giornalista Paolo Graldi, aveva diretto Il Mattino e Il Messaggero

Giornalismo italiano in lutto. All’età di 81 anni è morto Paolo Graldi, che nel corso della sua lunga carriera, dopo una ventennale esperienza al Corriere della Sera, aveva diretto prima Il Mattino e poi Il Messaggero. Era stato attivo anche in tv, come collaborato di quasi tutte le trasmissioni Rai di Enzo Biagi.

Morto il giornalista Paolo Graldi, aveva diretto Il Mattino e Il Messaggero dopo quasi 20 anni al Corriere della Sera.
Paolo Graldi (Imagoeconomica).

La lunga esperienza al Corriere, poi la direzione di Mattino e Messaggero

Nato a Bologna il 27 maggio 1942, Graldi aveva iniziato a lavorare su alcune testate locali, per poi trasferirsi a Roma, dove aveva scritto per sei anni per Paese Sera. Nel 1975 il passaggio al Corriere della Sera, dove rimase per due decenni, prima come cronista giudiziario, poi come inviato speciale e infine come ultimo capo della redazione romana del quotidiano. Vice direttore con Sergio Zavoli al Mattino di Napoli, lo sostituì nel 1994, rimanendo al timone del quotidiano partenopeo fino al 2001, quando l’editore Franco Gaetano Caltagirone gli affidò la direzione del Messaggero, incarico ricoperto per tre anni, prima di diventarne direttore editoriale.

Morto il giornalista Paolo Graldi, aveva diretto Il Mattino e Il Messaggero dopo quasi 20 anni al Corriere della Sera.
Paolo Graldi (Imagoeconomica).

In tv e in radio numerose le trasmissioni curate e dirette per la Rai

In seguito Graldi era stato editorialista del gruppo Caltagirone, scrivendo per Messaggero, Mattino e Gazzettino di Venezia. Volto noto della tv nelle vesti di opinionista, aveva collaborato a quasi tutte le trasmissioni Rai di Biagi ed era stato caporedattore con Zavoli a La notte della Repubblica e Viaggio intorno all’uomo. Graldi firmò per Rai 1 le inchieste ‘Io e il fumo’, ‘Io e il telefono’, ‘Io e il Cibo’ e numerosi servizi per Scatola aperta, conducendo poi per Rai Parlamento Parole in gioco. Numerose inoltre le trasmissioni radiofoniche dirette e condotte per la Rai. Fu attivo anche come sceneggiatore, lavorando a film per la tv come Il caso Lafarge, Il caso Stawinsky, Ladri e quadri. Da cinque anni era presidente della Scuola Superiore di Giornalismo presso la Università Internazionale Luiss di Roma.