Mundys, Alessandro Benetton premiato come Global Advocate of the Year per la sostenibilità

Redazione
18/12/2023

Il segretario delle Nazioni Unite Guterres ha consegnato al presidente di Edizione SpA il riconoscimento assegnato dall’UNCA, l’Associazione dei Corrispondenti presso l’ONU. Riconosciuta la sua leadership nella promozione di politiche sostenibili.

Mundys, Alessandro Benetton premiato come Global Advocate of the Year per la sostenibilità

L’UNCA, Associazione dei Corrispondenti presso le Nazioni Unite, ha assegnato ad Alessandro Benetton, presidente di Edizione e vice Presidente di Mundys, il premio come Global Advocate of the Year 2023 per la sua «dedizione e leadership nella promozione di politiche sostenibili in qualità di Presidente di Edizione SpA, una delle principali holding industriali europee». Benetton è stato premiato dal segretario delle Nazioni Unite Antonio Guterres, che ha rimarcato l’impegno dell’imprenditore italiano nel promuovere la cultura dei principi ESG dell’ONU all’interno di un ampio portafoglio di attività che impiega oltre 70 mila persone e che spazia in tutto il mondo dalle infrastrutture per la mobilità, con Mundys al food retail (Avolta), dall’abbigliamento (United Colors), all’agricoltura al digitale, raccogliendo la sfida di uno sviluppo che non generi disuguaglianze ma sia equamente distribuito tra donne e uomini e tra generazioni. Il risultato è giunto dopo la fine di COP28 e a seguito degli obiettivi e degli impegni assunti da Mundys per le iniziative attivate da ADR sul fronte della decarbonizzazione all’aeroporto di Fiumicino.

Valorizzata l’introduzione di una nuova cultura di impresa sostenibile in Edizione

Il premio è un riconoscimento all’approccio strategico che Alessandro Benetton ha maturato negli anni, applicando gli insegnamenti ricevuti ad Harvard da Michael Porter nelle attività di 21Invest, gruppo europeo di investimenti da lui fondato nel 1992 con cui ha poi aderito, come prima società di private equity al mondo, alla Shared Value Initiative. Un percorso di costante impegno che lo ha visto utilizzare la sostenibilità come parte integrante del processo di creazione di valore investendo, sempre con 21Invest, in aziende che sono cresciute e divenute competitive migliorando le condizioni economiche e sociali delle comunità in cui operano. Il premio valorizza inoltre l’introduzione, da parte di Benetton, di una nuova cultura di impresa sostenibile in Edizione, attraverso iniziative portate avanti da società come Mundys, capogruppo infrastrutturale le cui asset companies presenti in 24 Paesi dimezzeranno le emissioni proprie entro il 2030, per azzerarle al più tardi entro il 2040, e a cui il World Economic Forum ha affidato la leadership del tavolo per indirizzare il processo di decarbonizzazione del trasporto aereo mondiale. Un risultato ottenuto anche sulla base dei risultati raggiunti da Aeroporti di Roma che, con lo scalo di Fiumicino, sta giocando un ruolo di primo piano a livello globale non solo in termini di qualità del servizio, riconosciuto con le cinque stelle Skytrax e per il sesto anno consecutivo valutato come migliore scalo in Europa, ma anche per progetti strategici di decarbonizzazione.

Benetton: «Farò di tutto per onorare il riconoscimento»

«Sono onorato di ricevere questo riconoscimento per l’impegno sullo sviluppo sostenibile, proprio nei giorni in cui è stato raggiunto l’importante accordo di Cop28 per rinunciare ai combustibili fossili entro il 2050. Ora è compito di ciascuno di noi lavorare perché questo accada», ha commentato Alessandro Benetton. «Per quanto mi riguarda, farò di tutto per onorare un riconoscimento che mi viene attribuito da chi svolge un inesausto e quotidiano lavoro di informazione e fact-checking, senza cui sarebbe difficile cogliere la reale portata delle grandi sfide che abbiamo di fronte e trovare le giuste strategie per reagire». E ancora: «Grazie all’incontro con Michael Porter ho sempre considerato il fare business come generazione di valore non solo per l’azienda che opera ma anche per la comunità di cui fa parte, assicurando sviluppo stabile e sostenibile a tutti gli attori coinvolti. Per prosperare le imprese hanno bisogno di pace. Oggi più che mai, il lavoro delle Nazioni Unite è perciò essenziale per realizzare condizioni di stabilità in ogni angolo del globo, favorendo la comprensione reciproca in un mondo sempre più interconnesso».

Premiate anche Sharon Stone e Sofia Carson

La cerimonia di consegna degli UNCA Awards si è svolta venerdì 15 dicembre 2023 presso Casa Cipriani a New York, in un evento che ha visto tra i protagonisti anche Sharon Stone, scelta come Global Citizen of the Year, e Sofia Carson, Global Advocate of the Year per le sue attività come ambasciatrice Unicef.

Mundys, Alessandro Benetton premiato come Global Advocate of the Year per la sostenibilità
Alessandro Benetton e Sharon Stone (Mundys).

Il riconoscimento viene assegnato ogni anno a personalità di alto profilo che lavorano su soluzioni a questioni globali, che vanno dalla risoluzione dei conflitti agli aiuti umanitari, dal controllo delle malattie al cambiamento climatico. Tra gli insigniti, negli anni, anche il presidente Bill Clinton, Richard Branson, Ted Turner, il professor Jeffrey Sachs, Nicholas Cage, Stevie Wonder e Michael Douglas.