Agguato davanti a una scuola di Napoli: un morto e un ferito

Agguato davanti a una scuola di Napoli: un morto e un ferito

09 Aprile 2019 10.00
Like me!

Un uomo è morto e un altro è rimasto ferito in un agguato nel rione Villa, nel quartiere di Ponticelli a Napoli. Secondo le prime notizie le persone coinvolte sono padre e figlio, freddati davanti a una scuola. Gli agenti hanno avviato le indagini per far luce sulla dinamica e sul movente. Le due vittime stavano entrando in auto quando sono state raggiunte da due persone a bordo di uno scooter nero, forse a volto scoperto.

RICOVERATO IL FIGLIO DELLA VITTIMA

Si tratta di Luigi Mignano, 57 anni, considerato vicino al clan Rinaldi egemone della zona e del figlio Pasquale, 32 anni, ferito alle gambe e ricoverato all'ospedale del Mare. Sul posto dell'agguato ritrovato uno zaino di un bimbo, che sarebbe il nipote della vittima.. Luigi Mignano conta diversi precedenti per estorsione, droga e anche 416 bis; il figlio invece non avrebbe precedenti, ma solo violazioni al codice stradale. I due avrebbero percorso pochi metri visto che la loro casa è poco distante il luogo dell'agguato, in via Ravello. «Fino a stamattina eravamo fiduciosi che la situazione fosse migliorata, poi un agguato davanti a un bimbo di tre anni, il nipote della vittima, ci ha fatto capire che la ferocia è aumentata». A dirlo è stato Padre Modesto Bravaccino, che un anno fa mostrò un proiettile che era finito nel campetto dell'oratorio della sua chiesa, a due passi da luogo dell'agguato di oggi. «Da quel giorno si è sparato tanto ma nessun omicidio», ha detto, «oggi in questa zona c'erano mamme, bimbi che andavano a scuola, anziani che stavano venendo a messa»

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *