Napoli, furto nella pizzeria della onlus di don Luigi Merola: «Non ci arrendiamo»

Redazione
08/11/2023

Il locale è il laboratorio della fondazione onlus A voce d'e creature, da anni a contatto con migliaia di giovani in difficoltà. L'amarezza del presidente: «Il colpo è stato messo a segno da adulti, quegli adulti che invece ci dovrebbero essere vicini perché qui noi ci prendiamo cura dei loro figli».

Napoli, furto nella pizzeria della onlus di don Luigi Merola: «Non ci arrendiamo»

Il laboratorio della fondazione A voce d’e creature, onlus diretta da don Luigi Merola nel quartiere Arenaccia di Napoli, è stato preso di mira dai ladri. La pizzeria in cui sono cresciuti circa un migliaio di ragazzi negli ultimi anni, tutti aiutati dai volontari nelle rispettive problematiche, ha ricevuto la visita dei malviventi nella notte tra il 7 e l’8 novembre. Sono stati trafugati un’impastatrice e alcune pale per infornare le pizze. Un danno economico ma soprattutto morale, come ha spiegato lo stesso Merola: «Sono sconvolto. Non mi dispiace per il danno economico che hanno arrecato ma perché c’è sempre qualcuno che vuole sporcare quanto di bello si riesce a fare nella nostra città».

Don Luigi Merola: «Non ci arrendiamo»

«Noi andremo avanti anche perché la provvidenza non ci ha mai abbandonato», ha proseguito Don Luigi Merola. «Si tratta di materiale che avevamo acquistato solo qualche settimana fa. Come si vede dalle immagini il colpo è stato messo a segno da adulti, quegli adulti che invece ci dovrebbero essere vicini perché qui noi ci prendiamo cura dei loro figli». Merola è amareggiato ma non si fermerà: «Avevamo in programma alcune “pizzate della legalità” con gli studenti di diverse scuole della città e della provincia. Sono solo rinviate perché non ci arrendiamo e siamo più testardi di quanti vogliono sempre sporcare questa città».

Napoli, furto nella pizzeria della onlus di don Luigi Merola «Non ci arrendiamo»
Don Luigi Merola (Imagoeconomica).

A fine ottobre la visita di Piantedosi

Il 27 ottobre scorso, il ministro dell’Interno Matteo Piantedosi ha fatto visita al laboratorio-pizzeria della fondazione A voce d’e creature. In quell’occasione, al fianco di don Luigi Merola, ha dichiarato: «Sono qui per testimoniare non solo l’importanza, ma anche per lanciare un messaggio a tutti. Queste sono le iniziative su cui vogliamo lavorare. La sicurezza non si fa solo con la doverosa presenza delle forze di polizia, delle istituzioni, della sicurezza e della giustizia. Ma la si fa così, educando i giovani a un mondo migliore».