Napolitano: «Crisi politica imprevedibile»

Redazione
08/12/2010

Approvata definitivamente la legge di stabilità al Senato, per Napolitano «adesso si apre l’altro capitolo», ossia quello della crisi politica....

Napolitano: «Crisi politica imprevedibile»

Approvata definitivamente la legge di stabilità al Senato, per Napolitano «adesso si apre l’altro capitolo», ossia quello della crisi politica.
«Vedremo insieme come andrà a finire», ha detto il presidente della Repubblica la mattina dell’8 dicembre, di rientro verso il Quirinale da Milano, dove il 7 dicembre ha assistito alla prima della Scala.
Il capo dello Stato ha espresso soddisfazione per l’ok anticipato sulla legge di stabilità e il decreto mille-proroghe del bilancio 2011: «Siamo riusciti ad approvarla, perché era interesse generale del Paese chiudere questa fase, dando il senso di un forte impegno per la stabilità finanziaria dell’Italia in un quadro europeo così perturbato».
Quanto a un percorso condiviso anche nella crisi politica, incalzato dai giornalisti, Napolitano ha replicato: «Il seguito nessuno è in grado di prevederlo, ci vorrebbe una sfera di cristallo. Non credo ci sia un nesso tra la conclusione dell’iter della legge di stabilità e la crisi politica. Adesso si apre un altro capitolo. Vedremo insieme come andrà a finire».