Napolitano: «Evitare ulteriori tensioni»

Redazione
21/01/2011

Intervenendo alla giornata dell’informazione che è stata celebrata al Quirinale, il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha detto che «un...

Napolitano: «Evitare ulteriori tensioni»

Intervenendo alla giornata dell’informazione che è stata celebrata al Quirinale, il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha detto che «un valido equilibrio è sempre indispensabile nel rapporto tra chi é costituzionalmente deputato ad esercitare il controllo di legalità e ha specificamente l’obbligo di esercitare l’azione penale, e chi è chiamato, nel quadro istituzionale e secondo le regole della Costituzione, a svolgere funzioni di rappresentanza democratica e di governo».
Poi Napolitano ha detto che «occorre nell’immediato scongiurare ulteriori esasperazioni e tensioni che possono solo aggravare un turbamento largamente avvertito e riconosciuto e suscitare un effetto di deprimente lontananza dallo sforzo che si richiede per superare le molteplici prove cui la comunità nazionale deve fare fronte».
Per il presidente bisogna trovare nella Costituzione e nella legge «i riferimenti di principio e i canali normativi e procedurali per far valere, insieme, le ragioni della legalità nel loro necessario rigore e le garanzie del giusto processo». Al di fuori di questo quadro, ha aggiunto, «ci sono solo le tentazioni di conflitti istituzionali e di strappi mediatici che non possono condurre, per nessuno, a conclusioni di verità e di giustizia».
UNITÀ D’ITALIA Facendo riferimento alla necessità di comunicare le celebrazioni dell’Unità d’Italia, Napolitano ha affermato che «sarebbe assurdo non dico negare ma trascurare il significato della ricorrenza dei centocinquant’anni di storia italiana». Da quella storia possiamo attingere «motivi di fiducia e stimolo», ha aggiunto.