Napolitano: «Mai intervenuto su scuola Adro»

Redazione
29/09/2010

«Ho solo preso atto che c’erano forti sollecitazioni che venivano dalle opposizioni, dalla stampa e dall’opinione pubblica. Ho avuto fiducia...

Napolitano: «Mai intervenuto
su scuola Adro»

«Ho solo preso atto che c’erano forti sollecitazioni che venivano dalle opposizioni, dalla stampa e dall’opinione pubblica. Ho avuto fiducia che intervenisse, come di dovere, il ministro Gelmini». Questo è stato il commento del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano che sembra non aver gradito la notizia diffusa ieri dai giornali secondo i quali il presidente avrebbe chiesto di togliere i simboli padani della scuola di Adro. «Non ho fatto nessun intervento su Adro, sarebbe stato tardivo ieri o l’altro ieri», ha sottolineato Napolitano, chiarendo la vicenda della lettera, a firma del segretario generale Donato Marra, partita ieri dal Quirinale e nella quale si sollecitava la rimozione dei simboli leghisti nella scuola di Adro in provincia di Brescia e che alcuni giornali italiani hanno riportato come a sua firma. «Nessun simbolo identificabile con una parte politica», si leggeva nel comunicato,  «può sostituire, in sedi pubbliche, quelli della nazione e dello Stato, né questi possono essere oggetto di provocazioni e di sfide». La nuova scuola pubblica del paese bresciano è diventata oggetto di aspre polemiche nelle settimane scorse perché vi è riprodotto più di 700 volte il Sole delle Alpi, simbolo del Carroccio.