Netanyahu: «Se vinco le elezioni annetterò la Valle del Giordano»

Il premier uscente ha detto che in caso di rielezione estenderà il controllo di Israele lungo il confini orientali e sulla Cisgiordania.

10 Settembre 2019 19.12
Like me!

«Se sarò eletto nuovo premier di Israele la mia intenzione e quella del nuovo governo è quella di estendere la sovranità israeliana alla Valle del Giordano e alla sponda nord del Mar Morto». Lo ha detto il premier Benyamin Netanyahu chiedendo su questo «un mandato» agli elettori ad una settimana dal voto. «Quello», ha aggiunto, «diventerà il confine orientale di Israele». «Questo passo», ha aggiunto, «le condizioni sono già mature».

SOVRANITÁ ANCHE SULLA CISGIORDANIA

«Chiedo», ha continuato Netanyahu, «il mandato a estendere la sovranità israeliana a tutti gli insediamenti ebraici in Cisgiordania». Il premier uscente ha spiegato che se sarà confermato alla guida del Paese l’estensione avverrà «in coordinamento con gli Usa» e dopo che il presidente Trump «avrà presentato il suo piano di pace». Il piano dell’amministrazione Trump noto come l’ “Accordo del secolo”, ha anticipato Netanyahu, «sarà presentato alcuni giorni dopo le elezioni israeliane» del 17 settembre. «È dietro l’angolo. Si tratta di una grande sfida, ma anche di una grande opportunità, di una occasione storica ed unica per estendere la sovranità israeliana agli insediamenti ebraici in GiudeaSamaria», ossia in Cisgiordania. «La questione», ha proseguito, «è chi debba condurre le trattative con Trump. Starà agli elettori stabilire se vogliano me, oppure la coppia GantzLapid», che guida il partito centrista Blu-Bianco.

OLP: «COSÌ SI SEPPELLISCE OGNI SPERANZA DI PACE»

«Se al premier Benyamin Netanyahu sarà consentito di attuare i suoi piani di annessione, seppellirà ogni speranza di pace tra israeliani e palestinesi», è stato il commento su Twitter del segretario dell’Olp, Saeb Erekat, secondo cui gli israeliani e la comunità internazionale «devono fermare questa follia».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *