Nevica su tutto il Centro Nord

Redazione
30/01/2011

Si chiamava Marco Corvisiero, era un maestro di sci e dopo essere stato travolto da una valanga il 30 gennaio, è...

Nevica su tutto il Centro Nord

Si chiamava Marco Corvisiero, era un maestro di sci e dopo essere stato travolto da una valanga il 30 gennaio, è stato ritrovato in stato di grave ipotermia, ed è morto poco dopo in ambulanza. Originario di Santo Stefano d’Aveto nella provincia di Genova, l’uomo è rimasto per quasi tre ore sotto due metri e mezzo di neve, tra prato Cipolla ed il Monte Bue nella Val D’Aveto.
MALTEMPO NEL CENTRO NORD. La Liguria è l’epicentro dell’emergenza maltempo. Genova si è svegliata la mattina del 30 gennaio sotto una coltre di neve. Disagi si segnalano in tutta la città a causa di alberi e cavi appesantiti dalla neve che si sono abbattuti su strade e edifici. Nella notte 30 persone sono rimaste imprigionate alla ‘Ostaia de Baracche’, un ristorante a Righi, sulle prime alture alle spalle della città. È stato necessario l’intervento dei vigili del fuoco che, a cinque per volta, li hanno trasportati in città.
CIRCOLAZIONE REGOLARE. Ma la situzione è critica  anche altrove. Nevica, infatti, sulle regioni del centro-nord del Paese, in particolare sull’Appennino piemontese, tosco-emiliano e sulla pianura padana. Complessivamente i chilometri di autostrada interessati dalle precipitazioni sono oltre 860, con notevoli accumuli di 40 centimetri sull’appennino ligure e 20 centimetri su quello tosco emiliano. La circolazione, rende noto la società Autostrade, è sempre rimasta regolare grazie al piano operativo attuato in accordo con la Polizia Stradale, che vede in azione circa 850 mezzi tra spargisale e sgombraneve.