No logo

Redazione
02/10/2010

Oscar Lancini, sindaco leghista di Adro, comune della provincia di Brescia, è pronto a togliere i simboli del proprio partito...

No logo

Oscar Lancini, sindaco leghista di Adro, comune della provincia di Brescia, è pronto a togliere i simboli del proprio partito dalla scuola, oggetto di numerose polemiche nelle scorse settimane.  L’esponente politico per cancellare i richiami alla Lega Nord ha però posto seconda condizione. La prima prevedeva l’intervento sulla vicenda di Umberto Bossi, ministro per il Federalismo. L’eliminazione dell’orgoglio padano dalla scuola, ha fatto sapere Lancini, non dovrà essere pagato dal comune. Per ripulire la scuola servono infatti 230 mila euro. Tanti sono i soldi spesi per brandizzare: 10 zerbini (costati 750 euro l’uno), i cestini dell’immondizia (per i quali sono stati spesi 6500 euro) e il tetto, il cui rifacimento costerà 10 mila euro.
Renzo Bossi, consigliere regionale e figlio del leader della Lega Nord, durante un’intervista televisiva ha preso le distanze dall’iniziativa di Lancini. «Nella scuola», ha dichiarato Bossi, «la politica non centra».

[mupvideo idp=”yQGAM5bfjIs” vid=””]