Nobel della Fisica ai russi Geim e Novoselov

Francesca Rolando
05/10/2010

I due scienziati premiati per le ricerche sulla struttura del grafene.

Nobel della Fisica ai russi Geim e Novoselov

Sono due scienziati russi i vincitori del Nobel per la fisica 2010 assegnato il 5 ottobre a Stoccolma: Andre Geim, 52 anni cittadino olandese, e Konstantin Novoselov, 36 anni, che ha la doppia nazionalità russo-britannica. Entrambi docenti all’università di Manchester, si sono portati a casa 10 milioni di corone svedesi, circa 1,5 milioni di dollari.
A loro va il riconoscimento per gli studi rivoluzionari, pubblicati nel 2004 sulla rivista Science, sulla struttura del materiale più sottile al mondo, il grafene, ottenuto dalla più comune grafite.
Si tratta di un materiale bidimensionale che ha innumerevoli applicazioni innovative, soprattutto nel campo dell’elettronica. La sua manipolazione è alla base degli studi sui potentissimi futuri computer quantisticie apre le porte alla creazione di nuovi touch screen, pannelli luminosi e celle solari.
È il secondo Nobel assegnato quest’anno, dopo quello per la medicina a Robert Edwards, scienziato britannico padre della fecondazione in vitro.