Le nomine ai vertici dell’Inps di Tridico e Morrone

14 Marzo 2019 12.11
Like me!

La quadra per le nomine Inps è stata trovata e il 14 marzo è stato firmato il decreto che ufficializza l'incarico di commissario per Pasquale Tridico e di vice per Adriano Morrone, dopo la rinuncia di Mauro Nori. I loro nomi sono stati fatti inseriti in un decreto interministeriale, in attesa di fare la nuova governance con presidente e Cda. Morrone, nato nel 1967, è dirigente di seconda fascia dell'Istituto, docente di sicurezza del lavoro alla Luiss e professore a contratto di Diritto dell'Unione europea all'università degli studi di Siena. Il decreto è stato firmato da Luigi Di Maio e dal ministro dell'Economia, Giovanni Tria, secondo quanto spiegato da fonti del ministero del Lavoro.

LEGGI ANCHE: Cosa c'è dietro il gran rifiuto di Mauro Nori all'Inps

La decisione arriva dopo il no dell'ex direttore generale Mauro Nori, indicato dalla Lega, al ruolo di vice di Tridico. Secondo quanto risulta a Lettera43.it, il no di Nori è legato soprattutto al veto del sottosegretario pentastellato Stefano Buffagni oltre che ad alcune resistenze interne dell'ambiente Inpdap. Nori aveva chiesto un sostegno allargato oltre che deleghe pesanti nella gestione dell'ente di previdenza di cui è direttore generale. Sul dossier Inps dopo il tiro incrociato contro l'attuale presidente Tito Boeri, le due forze di maggioranza hanno faticato a trovare un'intesa che garantisse le istanze dell'uno e dell'altro. Tridico infatti è il padre del reddito di cittadinanzaed è sempre stata la prima scelta del Movimento 5 Stelle, seppure completamente estraneo alla macchina dell'Inps.

LEGGI ANCHE: Perché il dossier Inps preoccupa la Lega

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *