Normalize, l’app avversaria di Instagram

Sara Pinotti
23/08/2012

Fa tornare reali i colori delle fotografie.

Normalize, l’app avversaria di Instagram

Facile sentirsi Steve McCurry con Instagram, l’applicazione per smartphone che permette di modificare ad arte i colori dei propri scatti via telefonino. Ma bisogna essere coraggiosi per condividere le immagini al naturale.
Per questo è nata Normalize, una contro-app di Instagram.
La tendenza a modificare le proprie fotografie ha preso piede da qualche tempo sui social network, diventati vere e proprie ‘personali’ della gente comune: basta scattare una foto e poi scegliere se il soggetto rende meglio con la colorazione X-pro II (una delle più amate) o quella Nashville.
LILLÀ, MOJITO E CONVERSE. L’applicazione permette anche di decidere se incorniciare le fotografie, diventate in realtà una collezione di soggetti ricorrenti: lo scorcio di mare ritratto da sotto l’ombrellone, magari con un paio di infradito in un angolo; smorfie da vamp e mani a forma di cuore per immortalare la serata in discoteca (sorridere non sarebbe abbastanza cool).
E, soprattutto, molti primi piani di rose, viole, lillà e margherite, nonché di bicchieri ricolmi dei più svariati cocktail con le più varie gradazioni alcoliche. Ma, anche tante, tantissime scarpe (senza dimenticare la variante ‘piede nudo’).
Per chi è stufo di questa tendenza con pretese artistiche di dubbio livello, ecco arrivare però Normalize: una contro-app per svelare l’aspetto originario delle fotografie ritoccate.
UN ALGORITMO PER NORMALIZZARE LE FOTO. Stanco di vedere tutti gli scatti spennellati di filtri e colori, l’appassionato dei social Joe Macirowski ha creato l’applicazione per far sembrare ogni foto originale.
La normalizzazione delle immagini in controtendenza è possibile grazie a un algoritmo che bilancia gli effetti e li rende il più possibile vicini a quelli della realtà.
Secondo il sito BuzzFeed, che ha condotto dei test con Normalize su immagini di John Lennon e su un dagherrotipo di Abramo Lincoln, l’app funziona.
Nell’epoca dell’estetismo a tutti i costi, l’avanguardia è costruire una semplicità fittizia.
Chapeau.